Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il Settebello del futuro
dai Fratelli La Bufala

Venerdì 5 Agosto 2022 di Diego Scarpitti
Settebello under 19

Pizza e pallanuoto connubio perfetto. Il Settebello del futuro si è ritrovato dai Fratelli La Bufala per degustare il piatto tipico della tradizione napoletana. Ad accogliere gli azzurrini Mimmo Mastrogiovanni, direttore del ristorante e luciano doc, punta di diamante della Rari Nantes Napoli che fu, nonché protagonista in Nazionale con Sante e Mino Marsili.

Napoli capitale delle discipline acquatiche. Dopo il ritiro portafortuna alla Scandone della Nazionale italiana di nuoto paralimpico con le sue stelle (Simone Barlaam, Antonio Fantin, Carlotta Gilli e tanti altri) e la vittoria del medagliere al Mondiale di Madeira post Tokyo 2020, ecco i pallanuotisti ad emulare i colleghi clorati. All’ombra del Vesuvio prosegue a ritmi serrati il collegiale under 19 fino a venerdì 12 agosto. «E’ il primo step che ci porterà agli Europei di Podgorica, in Montenegro, dal 18 al 25 settembre», racconta il coach Roberto Brancaccio. «Fase iniziale di conoscenza dei ragazzi convocati per amalgamare il gruppo. Seguirà, poi, il secondo collegiale a Civitavecchia dal 19 agosto fino al 4 settembre: common training con la Grecia e preparazione in Croazia», prosegue Brancaccio.

 

Napoli ben rappresentata in azzurro con i tecnici di Posillipo e Canottieri, ai quali si somma Luca Minetti della Rari Nantes Florentia a completare il valido staff. «La Federazione italiana nuoto ha ritenuto opportuno avvalersi della collaborazione di Enzo Massa, del preparatore atletico Sandro Fusco e del dottore Guglielmo Lanni», osserva Brancaccio.

Salerno presente con i suoi migliori interpreti. Tengono alto l’orgoglio dell’urbe patronata da san Matteo il portiere Roberto Spinelli, oro agli Europei under 17 e vicecampione del mondo under 20, e il suo conterraneo, l’attaccante Domenico Mutariello. Un rossoverde e un giallorosso, entrambi classe 2003, desiderosi di mettersi in luce anche con la calottina del Settebello young.

Il fascino di Partenope. «Fantastico giocare in casa, meraviglioso per i ragazzi allenarsi in due circoli storici come Posillipo e Canottieri Napoli. Allenarsi in location del genere sul mare ha il suo effetto, proprio dove la pallanuoto ha messo le sue radici. Si respira grande entusiasmo da parte degli azzurri e dello staff. Si percepisce la voglia di fare bene in vista dei prossimi impegni, ma occorre lavorare tanto», conclude fiducioso Brancaccio.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA