Carpisa Yamamay Acquachiara
il sogno di ritornare in serie A1

Lunedì 14 Settembre 2020 di Diego Scarpitti
Acquachiara
Roberta Tortora il capitano. Con il ritorno in squadra di Chiara Foresta e Anna De Magistris. Nella piscina del Frullone è ripresa oggi pomeriggio la preparazione della Carpisa Yamamay Acquachiara, allenata da Barbara Damiani.
 
Le biancazzurre ripartono dalla serie A2, girone Sud, con rinnovato entusiasmo e maggiori motivazioni. Rispetto alla scorsa stagione l'ossatura della squadra è rimasta quasi inalterata. «Quest’anno non possiamo nasconderci. Al gruppo, composto dal giusto mix di giocatrici esperte e giovani emergenti, si sono (ri)aggregate Chiara Foresta, che ha disputato la massima serie con la calottina del Rapallo l’anno scorso, e Anna De Magistris, che è tornata all'attività dopo un anno di stop». Il discorso motivazionale di Damiani ha caricato le sue ragazze. «Siamo in una situazione di forza: non possiamo celare le nostre ambizioni. Dobbiamo essere consapevoli della validità del nostro gruppo. Ci alleneremo, lavoreremo e lotteremo per un traguardo ambizioso». Il salto di categoria, ovviamente. La promozione già conquistata nel recente passato da riacciuffare. «Abbiamo l’intenzione di distinguerci nel campionato di A2, che, presenta un elevato coefficiente di difficoltà per la presenza di numerose formazioni di ottimo livello».
 
Le acquachiarine battaglieranno con nove formazioni: Brizz, Castelli Romani, Cosenza, F&D H20, Roma Vis Nova, Sporting Flegreo, Tolentino, Torre del Grifo e Volturno. Si qualificheranno ai playoff le prime tre classificate di ogni girone. In attesa di conoscere la data d'inizio del torneo e del calendario, l’Acquachiara femminile si presenta ai nastri di partenza per la stagione 2020-2021 con: Miriam D'Antonio (1998), sorella dei pallanuotisti della Cesport, Andrea e Dario; Aurora Gaito (2004) in porta. E poi Maddalena Carotenuto (2004), Martina De Bisogno (1999), Anna De Magistris (1999), Paola De Maria (2005), Chiara Foresta (1998), Gaia Giusto (2001), Lucrezia Massa (2003), figlia del tecnico della Canottieri Napoli, Federica Mazzarella (2002), Martina Mazzola (1998), Antonia Migliaccio (1993), Alessia Scarpati (2000), Roberta Scarpati (2005), Roberta Tortora (1990), Guya Zizza (2004), figlia del ct del Setterosa, Paolo Zizza.

«Puntiamo in alto. Covid permettendo, speriamo di salire. Barbara e le ragazze hanno deciso che io ritornassi ad essere il capitano, per la mia esperienza e maturità», conclude soddisfatta la «bandiera» dell'Acquachiara, Roberta Tortora.
 
  © RIPRODUZIONE RISERVATA