L'Ischia Marine Club riparte
dalla certezza Turiello portiere-nutrizionista

Mercoledì 7 Ottobre 2020 di Diego Scarpitti
Pasquale Turiello

Riaperta e sanificata. Seppur a scartamento ridotto, la piscina Scandone ritrova nuotatori e pallanuotisti almeno in allenamento. In attesa del ritorno in vasca del Posillipo, -non c’è ancora una data certa per l’inizio della serie A1 e grava infatti il rischio paralisi per gli sport di squadra-, l’Ischia Marine Club inizia a scaldare il motore. Inserita nel girone con il San Mauro, allenato da Oreste Di Pasqua, il Basilicata Nuoto 2000 con Vittorio Bruschini in panchina, e Oasi Salerno, la formazione di Paolo Iacovelli intende riprendere il cammino dalla sicurezza Pasquale Turiello. L’ex portiere della Canottieri Napoli e Cesport il capitano del club presieduto da Francesco Di Iorio.

Si annuncia una stagione irta di ostacoli e di incognite all’orizzonte. Indiscutibile priorità la salute degli atleti. «Nuovamente Ischia Marine Club. Sono contentissimo, perché già l’anno scorso ho avuto modo di conoscere l’ambiente e sono stato veramente bene: mi sono sentito subito a casa», spiega il biologo nutrizionista dai trascorsi giallorossi.

«Obiettivo minimo la salvezza», afferma Turiello. Da non escludere il possibile salto di categoria in serie A2. Non manca il tempo per trovare l’intesa con i compagni, visto che il campionato di B dovrebbe iniziare a gennaio 2021, come da programma. «Ufficializzeremo a breve i nuovi arrivi», annuncia l’estremo difensore napoletano. «Saranno promosse soltanto 2 squadre e le prime 4 del girone disputeranno i playoff».

In pole position Turiello e l’Ischia Marine Club,che faranno il proprio dovere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA