Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

La pesante doppietta di Vincenzo Boni:
il napoletano sempre sugli scudi

Martedì 15 Marzo 2022 di Diego Scarpitti
Vincenzo Boni

Ne mette al collo due. Del metallo più prezioso, ovviamente. Non tradisce le attese e non delude le aspettative il campione Vincenzo Boni. «Sono contento», dichiara entusiasta il nuotatore paralimpico napoletano, affetto dalla sindrome di Charcot MarieTooth. Dall’Aquatics Centre di Tokyo alla vasca di Lignano Sabbiadoro per la tappa italiana delle World Series al Bella Italia EFA Village.

Il plurititolato atleta delle Fiamme Oro e del Caravaggio Sporting Village si fa valere come suo solito e chiude al primo posto nei 100 metri stile libero (1’50”2) e nei 50 sl (51”55). Si tratta di una bella e prestigiosa doppietta per il bronzo alle Paralimpiadi di Rio 2016.

 

«Sono risultati incoraggianti», osserva soddisfatto il classe 1988. Le fatiche clorate, però, si avvertono. Impossibile nascondere gli sforzi. «Il fisico necessita di riposo, perché è l’anno post Paralimpiadi», ricorda Boni. Quelle maturate in Friuli Venezia Giulia sono indicazioni utili in vista dei Campionati del Mondo, che si svolgeranno a Funchal (Madeira), in Portogallo, dal 12 al 18 giugno.

La preparazione è finalizzata alla rassegna iridata. «Sarà fondamentale implementare gli allenamenti in prospettiva dei Mondiali», conclude fiducioso Boni. Intanto si gode meritatamente il duplice trionfo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA