Lukáš Petrusek, a Sorrento
il «piccolo» più veloce al mondo

Lunedì 22 Novembre 2021 di Gianluca Agata
Lukáš Petrusek

Si chiama Lukáš Petrusek, atleta dilettante di origine ceca affetto da acondroplasia, una patologia congenita che gli ha impedito lo sviluppo corretto e avrebbe potuto persino impedirgli di camminare. E sarà al via della Sorrento Positano del 5 dicembre prossimo, Ultramarathon 54k e Panoramica di 27k. Alto poco più di 140 cm, ha già compiuto una serie di imprese straordinarie e uniche persino su scala internazionale. La sua carriera di runner è iniziata con la Maratona di Hannover all’inizio di aprile 2019, conclusa in 4h33‘22“. Nel corso dell‘anno Lukáš si è migliorato fino a chiudere le maratone di Monaco e Francoforte in 3h58‘56“ e 3h52‘36“, un traguardo difficile per moltissimi, ancor più per una persona così poco alta, ma che ha raggiunto grazie alla sua caparbietà.

Il successo raggiunto a Monaco ha ancora più valenza perchè ha consacrato Lukáš come corridore nano più veloce al mondo, un risultato ancora più straordinario tenendo conto che per correre una intera maratona compie oltre 130.000 passi, cioè circa tre volte i passi necessari ad una persona di altezza normale, e può perdere da 3 a 7 kg, uno scompenso notevole.

Non manca l’obiettivo di arricchire il bagaglio umano attraverso una maggiore eseprienza di vita data dai viaggi, l’incontro con culture diverse, comunità runner ma anche un perfezionamento della lingua inglese, sebbene la parli in maniera più che fluente. 

 

Lukáš fa parte del team RunCzech, la società che organizza le più importanti gare in Repubblica Ceca, tra le quali la maratona di Praga e che vede al timone da 25 anni l’italiano Carlo Capalbo, già presidente di Napoli Running. Petrusek vuole diffondere la fama delle manifestazioni a cui prende parte anche in veste di organizzatore ma ha un motivo in più per mettersi alla prova, quello di tracciare la strada, dimostrare che è possibile correre più maratone di seguito e che nessun essere umano è limitato. All’interno di RunCzech e nella intera comunità runner ceca, Lukáš è una figura ampiamente conosciuta e testimonia appieno il celebro motto organizzativo „All Runners Are Beautiful“.

Lukas ha già portato a termine ben 12 maratone, oltre a diverse altre gare sun distanze minori e competizioni sciistiche. Ma la sua ambizione va oltre e lo spinge a voler portare a termine la maratona con un crono al di sotto delle 4 ore, obiettivo raggiunto in svariate occasioni, anche in epoca pandemica grazie al traguardo della Paavo Nurmi Marathon conquistato in 3h59‘20“.

Non ha resistito al fascino della Campania, la sua ultima presenza è stata alla Napoli City Half Marathon del 2020 quando aveva tagliato il traguardo in 1h49‘45“. Lo vedremo alla prossima Sorrento Positano Panoramica, a caccia del privilegiato colpo d’occhio della costiera. Non stupisce, dunque, che possa portare appieno il fardello dell’hashtag #nohumanislimited.

Sarà il ritorno della competizione podistica in costiera dopo la virtual edition dell’anno passato, si corse in presenza l’ultima volta nel dicembre 2019 e fu un autentico successo, ora già sono migliaia gli iscritti, la voglia di tornare a gareggiare insieme e in totale sicurezza è tanta. Esatto, sicurezza sanitaria da Covid 19, perchè tutti i partecipanti per prendere il via hanno l’obbligo di avere il green pass e di seguire sia le normali disposizioni governative sia di attenersi al protocollo in vigore della federazione di atletica leggera che prevede tra le tante cose anche il distanziamento di un metro in partenza, l’obbligo dell’uso della mascherina per i primi 500 metri di gara e ancora poi appena tagliato il traguardo.

Ultimo aggiornamento: 23 Novembre, 11:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA