Maria Varricchio campionessa d'Italia
nella pistola 10 metri ad aria compressa

Martedì 5 Ottobre 2021 di Diego Scarpitti
Maria Varricchio

Chiude alla grande il 2021. Maria Varricchio è la nuova campionessa italiana di pistola sportiva. L’atleta delle Fiamme Oro conquista il suo primo titolo assoluto nella categoria seniores a Milano. «È stata la mia prima vittoria in questa specialità, avendo già trionfato nel 2019 e 2018, quando ero ancora junior», dichiara soddisfatta l’agente della Polizia di Stato, mettendosi alle spalle Manjola Konini (Monza), superata per un colpo soltanto (30-29), e Sara Costantino (Fiamme Gialle).

«Sicuramente non è un punto di arrivo, ma di partenza, per puntare in futuro a qualcosa di più importante», spiega entusiasta la beneventana classe 1999, che studia Psicologia all’UniFortunato, già medaglia di bronzo alle Universiadi 2019 nella pistola a 10 metri ad aria compressa, insieme al napoletano Dario Di Martino (Carabinieri) alla Mostra d’Oltremare. «Sono molto contenta di questo risultato, arrivato proprio in questa disciplina, che mi ha dato davvero delle belle soddisfazioni quest’anno», ammette Varricchio. 

 

Prima volta e doppio successo. Oltre al gradino più alto e primo posto assoluto, anche il terzo piazzamento (fascia A). «Era tutta l’estate che mi allenavo e aspettavo proprio questa medaglia, la volevo a tutti i costi e la desideravo specialmente in questa specialità», osserva orgogliosa Maria, vera protagonista in gara, qualificatasi con 569 punti. «Poi in finale ho fatto 30 hit (dal 10.2 al 10.9) ad un solo punto dal record italiano della finale, che avevo già stabilito in precedenza nel 2019», ricorda appagata.

Al momento il calendario non prevede competizioni internazionali. «Riparte la nuova stagione e quindi riprendono i raduni con la Nazionale italiana di tiro a segno. Sarò a Bologna dal 12 al 16 ottobre», conclude Varricchio, neocampionessa di pistola sportiva femminile. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA