Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Michela Terranova sbanca Ostia:
in bacheca il titolo italiano under 21

Martedì 17 Maggio 2022 di Diego Scarpitti
Michela Terranova

La musica prima della gara, lo sguardo concentrato. Gli abbracci e i sorrisi. E un sogno nel cuore. Più di uno. Caricata a dovere, la furia judoistica di Michela Terranova si abbatte impetuosa sul campionato italiano juniores femminile e il risultato è facile da intuire. Mette in bacheca il suo primo titolo under 21 l’atleta classe 2005 e arricchisce il suo nutrito palmares.

«Sono già concentrata per il prossimo obiettivo. In calendario l’European Cup sabato 28 maggio a Coimbra, in Portogallo». Al PalaPellicone Terranova mostra il suo talento cristallino sulla materassina. «E’ stata una gara preparata al meglio, perché due settimane prima sono stata al centro olimpico di Ostia, dove mi hanno convocata per il ritiro pre-europeo senior: mi sono allenata con i migliori», racconta entusiasta Michela, che ha ricevuto di recente la Civica Benemerenza.

 

«Devo dire che sono soddisfatta. Seguita dal mio papà Rosario e da mio fratello Rocco, abbiamo scalato la vetta», afferma convinta. Cinque incontri disputati e regolati con maestria sul tatami. Alice Arcella (Judo Azzurro) superata di wazari e di osaekomi, Emma Stoppari (Ginnastica Triestina) battuta di wazari, archiviato il match con Ottavia Musso per osaekomi. In semifinale cade Emma Ferracini (Pro Patria): wazari e juji gatame (leva articolare). Finale decisa al golden score. Ancora wazari ai danni di Asia Sassi (Judo Shiai) nella categoria 52 kg. A soli 17 anni Michela Terranova (Ischia Judo) si aggiudica il pesante titolo nazionale.

«Questo successo lo dedico a mio fratello Rocco, che si è infortunato durante una gara a Dubrovnik, in Croazia, riportando la frattura al gomito sinistro». Esulta la famiglia Terranova. «Papà Rosario molto contento, mamma Anna Maria felicissima, alla luce di tutti i sacrifici», argomenta Michela (nelle foto di Roberto Spasaro), che aspira ad altri trionfi. «Ho obiettivi ancora più grandi», conclude. All’orizzonte il Campionato d’Europa a giugno, le Olimpiadi giovanili in programma a luglio, i Mondiali ad agosto.

Ultimo aggiornamento: 12:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA