Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Mondiali di Belgrado, Somma
è il capitano del Settebello

Giovedì 11 Agosto 2022 di Diego Scarpitti
Agostino Somma

Orano l’occasione mancata, Belgrado la rivincita. Capitano e calottina numero 8, Agostino Maria Somma guiderà in vasca gli azzurri al Mondiale under 18. Sarà un Settebello junior made in Naples con il leader posillipino a dettare tempi e modi, e con il canottierino Antonio Florena e l’acquachiarino Mattia Rocchino ad assicurare il loro contributo.

«Ho giocato sempre nel Posillipo da quando avevo 8 anni», racconta il classe 2004, pronto a partire per l’Algeria, poi l’imprevisto e il cambio di programma. «A fine maggio ho subìto un infortunio, purtroppo volontario a gioco fermo, che mi ha costretto all’intervento chirurgico, causa la frattura del setto nasale. Per i tempi di guarigione non sono riuscito purtroppo a partecipare ai Giochi del Mediterraneo con profondo rammarico».

 

Dalla rassegna multidisciplinare a tre cerchi (solo pregustata) alla manifestazione iridata (da disputare). «Mister Alberto Angelini ha sempre monitorato la mia condizione e ha creduto in me. Inoltre è molto bravo e ci fa lavorare sempre al massimo delle nostre forze», ammette Somma, complimentandosi con il savonese, bronzo ad Atlanta 1996 e oro alle Universiadi 2019.

Esordio. «Questa è la prima esperienza internazionale da capitano, anche se ho partecipato da bambino all’HabaWaba (vincendola) con il Posillipo», argomenta entusiasta il giocatore napoletano. «E’ ovviamente una emozione grandissima, sono onorato ed orgoglioso di essere stato scelto dal tecnico Angelini. Sto vivendo al meglio questa avventura in Nazionale. Sono molto propositivo e darò il massimo», racconta fiducioso il marcatore. «Il nostro è un bel gruppo di ragazzi affiatati con grinta e con voglia di fare bene: ce la metteremo tutta», assicura Agostino. Amicizia cementata con Giglio Alberto Rossi ed Emanuele Marini, rispettivamente capitano e vice del Recco. Stretto un vero patto clorato.

Nuova Zelanda, Stati Uniti e Serbia gli avversari del girone C. «E’ già pronto il discorso motivazionale prima di ogni gara», conclude Agostino Maria Somma, che nella prossima stagione farà parte del roster della prima squadra del Posillipo. Adesso è il momento di pensare esclusivamente alla Nazionale under 18.

© RIPRODUZIONE RISERVATA