Napoli femminile-Milan: un «classico»
visibile in 81 paesi del mondo

Sabato 2 Ottobre 2021 di Diego Scarpitti
Napoli femminile

«Dare fastidio e rompere la manovra. Togliere certezze e rubare spazio». Detta la linea Alessandro Pistolesi alla vigilia della quinta giornata di serie A. Indicazioni precise per contrastare il Milan di Maurizio Ganz. «Serve un pizzico di fortuna e che gli episodi girino a nostro favore», auspica il tecnico toscano in sede di presentazione del match che si gioca allo stadio Giuseppe Piccolo di Cercola (ore 12.30).

«Indipendentemente dalle assenze, il livello di crescita della squadra passa attraverso le prestazioni contro le grandi». Mancheranno Emma Severini, Gimena Blanco, Marie Aurelle Awona e Soledad Jaimes, ma «sarà il Milan a fare la partita, vista la sconfitta di domenica scorsa». Le rossonere proveranno a riscattare il 2-0 interno contro il Sassuolo. Reduci dal pareggio a reti inviolate le azzurre a Verona.

«Tenteremo di ripetere la prestazione sfoderata con la Fiorentina, fatta di grinta, intensità e qualche contropiede ben orchestrato». Con un obiettivo chiaro. «Mettere fieno in cascina. Faremo il massimo, per ottenere il bottino migliore con Milan e Juventus». Carica così le sue ragazze Pistolesi. «Deppy e Popadinova non sono al meglio della condizione, ma non dobbiamo fasciarci la testa». Napoli nel ruolo di outsider.

Dal Messico al Madagascar, dal Kenya alla Svezia, la sfida sarà visibile su TimVision e sarà trasmessa in 81 paesi, grazie all’accordo raggiunto dalla Divisione femminile con il broadcaster internazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA