Napoli femminile, Oliviero:
«Salvezza impresa da compiere»

Venerdì 5 Marzo 2021 di Diego Scarpitti
Elisabetta Oliviero

Pensiero fisso. «Ho voglia di festeggiare la salvezza». Ci spera e ci crede Elisabetta Oliviero, terzino sinistro del Napoli femminile. E’ stata impiegata sulla fascia destra dal tecnico Alessandro Pistolesi nella gara casalinga contro il Sassuolo e il «peperino» classe 1997 ha fornito il suo contributo, come sempre del resto. Domenica 7 marzo (ore 12.30) sfida in trasferta contro l’Inter in diretta TimVision. Innegabile il profondo desiderio di rivalsa dopo l’annullamento del pareggio conquistato all’andata allo stadio Caduti di Brema. Aleggia il ricordo di Barra.

«La salvezza è un’impresa da compiere. Sarebbe uno dei traguardi più belli della mia vita con la maglia azzurra», spiega Elisabetta. Sorride la calciatrice, simpatica e spigliata. In campo non si ferma un attimo. «Solo a pensarci viene la pelle d’oca. E’ stato un sogno raggiungere la serie A, sarebbe bello difendere la massima serie, soprattutto per la città e i colori». Radici e appartenenza non passano in secondo piano.

La 15esima giornata può rappresentare un momento chiave della stagione contro capitan Regina Baresi e nerazzurre. «Siamo fortunate. Il calcio femminile è il lavoro dei nostri sogni, è una passione che è diventata professione», ammette convinta il numero 17, a prova di scaramanzia.

«Domenica faremo del nostro meglio», assicura Oliviero, che carica le sue compagne. Non da oggi sacrifici molteplici. Sin da bambina con un sogno da coltivare e realizzare. «Viviamo giocando e dobbiamo divertirci il più possibile. Il calcio è cultura, passione e condivisione, conclude «Betta», così soprannominata dalle colleghe. In Lombardia per stupire.  

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA