Il Napoli femminile ricorda Maradona
e dà un calcio alla violenza sulle donne

Giovedì 25 Novembre 2021 di Diego Scarpitti
Soledad Jaimes

Eterno. Diego Armando Maradona vive nella città che per ben due volte ha portato sul tetto d’Italia e non solo. A un anno dalla dipartita del Pibe de Oro il centravanti argentino del Napoli femminile, Florencia Soledad Jaimes, ha deciso di ripostare sul suo profilo Instagram la foto del celebre murales dedicato a D10S, il campione più forte di tutti i tempi. E proprio in queste ore non si interrompe il pellegrinaggio laico ai Quartieri Spagnoli, nonostante la pioggia battente, ad omaggiare il compianto ed indimenticabile fuoriclasse. 

Celebrazione sentita che si intreccia anche con la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Capitan Paola Di Marino e compagne hanno aderito in maniera convinta all’iniziativa promossa dalla Divisione Calcio femminile e dalla Lega nazionale dilettanti per promuovere e sostenere il numero attivato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri–Dipartimento per le Pari Opportunità: le giocatrici del club presieduto da Lello Carlino sostengono il 1522, attivato in soccorso delle vittime di violenza e stalking. Immancabile, poi, un paio di scarpette rosse, simbolo della lotta al femminicidio, nella grafica promossa dalla Figc.

 

«Il calcio nel nostro Paese ha un potere di divulgazione esponenziale ed è giusto che oggi le nostre ragazze escano da ogni tipo di competizione sportiva per veicolare un messaggio chiaro di responsabilità sociale. In questa giornata che non dovrebbe esistere, abbiamo voluto dare spazio al numero 1522, servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri–Dipartimento per le Pari Opportunità. Se grazie a questi post riuscissimo ad aiutare anche solo una vittima di violenza, allora avremmo vinto la nostra partita», dichiara Ludovica Mantovani, presidente della Divisione Calcio femminile.

Anche le ragazze della Primavera azzurra, allenate da Pasquale Illiano, sono scese in campo per dare un contributo nella giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Le calciatrici azzurre hanno partecipato al triangolare organizzato al PalaCercola dalla professoressa Annamaria Colao, titolare della cattedra Unesco dell’Università Federico II, e da Valentina De Giovanni, presidente del distretto napoletano dell’Associazione Matrimonialisti Familiaristi Italiani.

Le ragazze del Napoli hanno preso parte a due sfide contro gli operatori del diritto ed il Campus 3S (Salute, Solidarietà e Sport). Alla manifestazione è intervenuto l’assessore allo sport del Comune di Napoli, Emanuela Ferrante, che ha espresso il suo apprezzamento per la partecipazione del Napoli femminile alla rassegna e il messaggio di sensibilizzazione lanciato dalle azzurre.

Ultimo aggiornamento: 16:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA