Nautilus accende la luce di speranza:
la partita della prevenzione oncologica

Giovedì 14 Ottobre 2021
Nautilus

Ottobre è il mese della sensibilizzazione sul tumore al seno. Indispensabili prevenzione e diagnosi precoce. Ed è la partita giocata da Nautilus. Più che il risultato sportivo, certamente importante, contano lo spirito e le finalità. Sul terzo gradino del podio le atlete biancoblu nella classifica di categoria (8 yole Master C femminile) e seste nel campionato italiano in tipo regolamentare. Non male come prima volta e debutto certamente positivo a Ravenna. Sulla distanza di 1000 metri 4 minuti e 41 secondi il crono registrato, nonostante il forte vento e le condizioni meteo non ottimali per le rigide temperature. 

 

«In gruppo nei primi 300 metri. Le ragazze non si sono risparmiate affatto, merito anche di una buona partenza, passo sostenuto e negli ultimi 250 metri il serrate finale. Scorreva molto bene la barca sul Bacino della Standiana», racconta soddisfatta Rosanna Tizzano, capitano di Nautilus, la società remiera impegnata nella lotta al tumore al seno, artefice e pioniere di diversi poli sportivi di prevenzione oncologica in alcune città d’Italia (Scauri, Formia, Napoli e Pescara), con il fondamentale contributo della Fondazione Terzo Pilastro - Internazionale, presieduta dal Prof. Avv. Emmanuele Francesco Maria Emanuele (a cui si deve la rassegna di canottaggio «Le Sirene di Ulisse», coronata in una splendida mattinata di metà settembre scorso dall’assegnazione del Trofeo Terzo Pilastro – Internazionale al club più meritevole), e di Bper Banca.

Colori biancoblu facilmente riconoscibili a vista d’occhio. «Sono stati giorni magnifici, trascorsi all’insegna dello sport e dell’amicizia, del divertimento e del sano agonismo. Evidente la voglia di tornare in barca quanto prima», conclude entusiasta la primogenita del bicampione olimpico Davide Tizzano. «Un successo davvero la prima partecipazione ad una competizione ufficiale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA