Occhiuzzi in missione a Milano:
Napoli 2020 si presenta alla Bit

Mercoledì 12 Febbraio 2020 di Diego Scarpitti
Diego Occhiuzzi
Una stretta di mano ed un sorriso. Cuffie e microfono per presentare alla Borsa Internazionale del Turismo i Campionati Italiani assoluti olimpici e paralimpici di Napoli, che si terranno dal 4 al 7 giugno al PalaVesuvio.

Da Milano. Lo Stivale come una pedana. Insieme Giorgio Scarso, presidente della Federscherma, e Diego Occhiuzzi, argento olimpico a Londra 2012, nonché presidente di Milleculure e organizzatore della manifestazione che precederà la grande kermesse a cinque cerchi in Giappone, salvo contrordini dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.
 
Give back. «Napoli mi ha dato tanto. È motivo di vanto portare in città una competizione così importante, c'è l'opportunità di apprezzare dal vivo grandi atleti come Bebe Vio e Aldo Montano», spiega soddisfatto Occhiuzzi, oro mondiale a Mosca nel 2015. Si prevedono grandi numeri. «Sono attese cinquemila persone tra addetti ai lavori e visitatori. Sarà una grande festa dello sport e l'occasione di far conoscere ancora di più la scherma. Dall'Universiade dello scorso anno Napoli è tornata capitale dello sport in Italia». 
 
Raccolto, dunque, l’assist espresso dal presidente del Coni, Giovanni Malagò, intervenuto la scorsa settimana al Museo Archeologico Nazionale. «Napoli, meriti grandi eventi. Gli impianti, grazie anche alle Universiadi, ormai ci sono. Bisogna puntare su kermesse di rilievo».
 
Proponimenti ambiziosi. «Vogliamo fare un campionato italiano che sia diverso dagli altri. Dovrà essere un evento che riesca a coinvolgere tanti ragazzi di Napoli e tutta la città, anche perché rappresenterà il «saluto» ai miei ex compagni di Nazionale verso i Giochi olimpici e paralimpici di Tokyo 2020», conclude Occhiuzzi.
 
Da Milano a Napoli si viaggia ad alta velocità. «Siamo onorati di ospitare questo evento, uno dei più importanti dell'anno, un patrimonio lasciato dall'Universiade, con impianti riqualificati come il PalaVesuvio. Con i Campionati italiani di scherma siamo sulla scia di eventi sportivi che rendono Napoli capitale del Mezzogiorno e dello sport», ha argomentato l'assessore allo sport Ciro Borriello.

Si accendono i riflettori. Per il presidente della Federazione Italiana Scherma, Scarso, «Napoli 2020 è una tappa importantissima in vista delle Olimpiadi di Tokyo 2020. La FIS ha programmato al meglio le sue attività, con la volontà di rendere la scherma uno sport alla portata di tutti, anche attraverso figure come Diego Occhiuzzi, punto di riferimento per il ricambio generazionale tra i dirigenti».   

All'ombra del Vesuvio e in pedana si sogna sempre in grande. © RIPRODUZIONE RISERVATA