Orgoglio Sanzullo: la tripletta di Pasquale
sulle orme del fratello Mario

Sabato 19 Giugno 2021 di Diego Scarpitti
Pasquale Sanzullo

Sogni e bracciate. Fiamme Oro versus Carabinieri in una sfida tutta interna tra fratelli. Nuoto passione di famiglia, tradizione che si perpetua ma al contempo uno stimolante confronto clorato e non solo. E’ un continuo migliorarsi tra Mario e Pasquale Sanzullo, tanto in corsia che in acque libere. Agli Assoluti di Piombino si è messo in luce il più piccolo dei due con una sorprendente tripletta. Medaglia di bronzo nella 10 km, argento nella 2,5 km (distanza solo nazionale), oro nella 5 km. Un crescendo, una bella cavalcata. Come un diesel Pasquale, atleta tesserato per Carabinieri e Circolo Canottieri Aniene.

 

Braccio destro ad indicare la prova muscolare compiuta e pugno destro chiuso, con una espressione da duro. «Nella 5 km a metà percorso ho preso la testa della gara, accumulando margine e conservando il distacco fino alla fine», spiega soddisfatto Sanzullo junior. Cinque gli anni di differenza con Mario, portacolori della Canottieri Napoli e della Polizia di Stato, che ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione della sezione giovanile Fiamme Oro del complesso «Cristallini 73», alla presenza del questore di Napoli Alessandro Giuliano, l’arcivescovo metropolita Domenico Battaglia, Francesco Montini, presidente del Gruppo Sportivo FFOO, e il prefetto Lamberto Giannini, capo della Polizia e direttore generale della pubblica sicurezza.

«La temperatura è andata riscaldandosi nella tre giorni di gara», racconta il napoletano classe 1998. Numero 56 assegnato in ordine alfabetico e ben visibile al traguardo. Si impone in 56'24''5, precedendo il sardo Marcello Guidi (Fiamme Oro/Rari Nantes Cagliari - 56'26''7) e il ligure Andrea Filadelli (Rari Nantes Spezia - 56'27''9). Si piazza secondo nella 2,5 km (crono di 26’28”.2) alle spalle di Fabio Dalu (26’25”.7), millennial dell'Esperia Cagliari, che supera Pasquale con un ritardo soltanto di 2”5 e Vincenzo Donato (2"6 di gap). Si prende la scena Domenico Acerenza (Fiamme Oro e Canottieri Napoli) nella 10 km (1:57’27”.6), seguito da Matteo Furlan (Marina Militare), staccato di oltre 23 secondi (1:57'51".2). Completa il podio il 23enne partenopeo (1:57’51”.4), allenato dal tecnico federale Emanuele Sacchi, il medesimo allenatore di suo fratello Mario.

«I progressi in gara sono anche merito di Nicoletta Romanazzi, che mi segue da settembre 2020. Ho raggiunto la consapevolezza che da soli non si va da nessuna parte, se non hai il sostegno dell’allenatore, del gruppo sportivo, e della mental coach, figura professionale fondamentale, altrimenti i risultati che prevedi di conquistare non arrivano. Ormai è una convinzione fondata: l’aspetto mentale è determinante», osserva Pasquale Sanzullo, entrato due anni fa nell’Arma. Serve avvalersi delle competenze adeguate per perfezionare la carriera e mirare in alto.

Non si è mai fermato durante il lockdown, essendo atleta di interesse nazionale. «Non ho perso neanche un giorno di allenamento, grazie anche al Circolo Canottieri Aniene, che ci ha reso disponibile la vasca, seguendo scrupolosamente le disposizioni di legge», ricorda in maniera nitida. «Ed è proprio in allenamento che si costruisce la gara», ammette il valido carabiniere. «Uno stimolo» nuotare quotidianamente all’Aquaniene e all’Acqua Acetosa con Mario, considerato «un vero modello», dal quale tenta di carpire segreti. «L’esperienza di Mario mi è servita per crescere nel nuoto in acque libere e ogni gara mi aiuta a migliorare», rivela sincero. Tiferà per il fratello qualificatosi alle Olimpiadi di Tokyo. «In previsione del Giappone procede tutto in linea con il programma. Aspettative alte per la sua prima partecipazione a cinque cerchi». Incrocia le dita Pasquale (nelle foto di Fabio Cetti), proiettato al prossimo impegno. «Sarà la mia prima volta al Sette Colli», conclude Pasquale Sanzullo, pronto a battagliare nella vasca olimpica di Roma 1960 allo Stadio del Nuoto del Foro Italico da venerdì 25 a domenica 27 giugno. Ad un mese esatto dai Giochi nel paese del Sol Levante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA