Scoppia a Napoli la paddle-mania

Mercoledì 27 Aprile 2016 di Marco Lobasso

Il tennis napoletano è stato per tre giorni al centro dell’attenzione nazionale. Oltre 500 appassionati e addetti ai lavori all’Accademia Tennis Napoli per il corso annuale di aggiornamento didattico e tecnico della Federtennis con i docenti dell’Istituto Superiore  di Formazione “Roberto Lombardi” , diretti da Michelangelo Dell’Edera. Un vero e proprio simposio del tennis nazionale a cui hanno partecipato tecnici e dirigenti da tutta Italia. Oltre 200 i tecnici della Campania presenti, insieme con gli istruttori di 1° e 2° e preparatori fisici di 1° e 2° grado. I relatori hanno illustrato le news e i progetti della Federazione Italiana Tennis, con la presentazione delle nuove metodologie di lavoro nel tennis. “C’è in atto un cambio generale a livello tecnico in Campania che noi vogliamo diventi epocale e che porti grandi risultati tecnici e organizzativi in regione nel prossimo quinquennio”, ha spiegato, il direttore dell'Istituto di formazione Michelangelo Dell’Edera.

La tre giorni tennistica all’Accademia è vissuta anche sugli eventi dedicati al paddle, la nuova disciplina sportiva contigua al tennis e promossa dalla Fit. Ad Agnano si è infatti svolta la seconda tappa del circuito campano riservato alle scuole addestramento, con oltre 200 ragazzi presenti sul campo dell’Accademia (il primo costruito a Napoli città) e con l’incontro di serie B tra Napoli e Aniene Roma, vinto dai capitolini 3-1. © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche