Ko in Sicilia per Flegreo e Volturno,
in casa vittoria dell’Acquachiara

Lunedì 10 Febbraio 2020 di eduardo Improta
Roberta Tortora (Acquachiara)
Carpisa Yamamay Acquachiara – Castelli Romani  11 – 9
Così come da pronostico. Si aggiungono altri tre punti nella classifica della Carpisa Yamamay Acquachiara, che sale a quota 6 con una partita da recuperare con il Brizz Nuoto. Il +2 finale non spiega sufficientemente il predominio della squadra di Barbara Damiani che, dopo il vantaggio iniziale dei Castelli Romani con De Marchis, si è portata avanti prima 4-1 (doppietta di Tortora, reti di De Bisogno e Di Maria), poi ha raggiunto il massimo vantaggio (9-4) nella terza frazione per poi ribadirlo (11-6, rete di Zizza) a cinque minuti dal termine. Qui le biancazzurre hanno peccato un po' di sufficienza e i Castelli Romani, che hanno giocato una buona gara, ne hanno approfittato per realizzare tre gol nel giro di un  minuto e mezzo che hanno riportato in partita le laziali a un minuto dal termine (11-9). Poi, però, l'Acquachiara ha gestito con avvedutezza l'ultimo giro di lancezza conducendo in porto la vittoria. Top scorer dell'incontro Paola Di Maria con un poker di reti.
 
Brizz Nuoto – Volturno Sporting Club 15 – 13
«Sarà una partita difficile con una diretta concorrente per la salvezza – esordisce prma della gara il tecnico del Brizz Nuoto, Carlo Zilleri - sono ancora a zero punti ma se la sono giocata fino alla fine con l’Acquachiara alla prima giornata e alla seconda hanno affrontato il Tolentino che ha altri obiettivi di classifica. Noi dobbiamo riprendere il “ritmo partita” dopo la sosta forzata della settimana scorsa e far fronte a qualche problema di salute per qualche atleta ma siamo pronti e determinati!».

È stata una gara combattutissima, il Volturno gioca benissimo, poi crolla alla prima difficoltà e concede rimonte e reti clamorose alle avversarie. «Una partita stradominata in lungo ed in largo, in Sicilia si sarebbe potuto fare il colpaccio - commenta il tecnico delle sammaritane, Salvatore Napolitano - e portare a casa 3 punti importantissimi in ottica salvezza ed invece finisce 15-13 (2-4, 5-4, 4-5, 4-0 i parziali) per il Brizz». Nemmeno 21 superiorità (tra cui 6 rigori tutti segnati) sono bastati alle casertane, in vantaggio più volte di 3 reti ad evitare la debacle nel finale. Infatti, nell’ultimo quarto, non si è sfruttata nemmeno una delle 5 superiorità numeriche fischiate da Acierno e con ben 4 giocatrici in meno per le etnee non si è segnato concedendo un pesantissimo 4-0 di parziale che ha ribaltato il match condotto fino a quel momento quasi sempre, praticamente.

Torre del Grifo Village – Sporting Club Flegreo 11 – 5
Non è bastato l’impegno ed il coraggio delle ragazze del presidente Ottorino Altieri, vengono ancora sconfitti nella ostica trasferta siciliana e si perdono nelle ultime posizioni della classifica, un inizio di campionato sicuramente non positivo per la compagine flegrea.

«Piena fiducia al coach Giannis Koinis e alle ragazze le quali in ogni partita danno l’anima - commentano i dirigenti del club Flegreo, dopo la terza sconfitta del team puteolano - la strada è ancora lunga, ma siamo certi che riusciremo a venire fuori da questo momento negativo che sta penalizzando le prestazioni delle nostre atlete». © RIPRODUZIONE RISERVATA