Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

L'assist di Pino Porzio: «Università
e imprenditori aiutino i nostri talenti»

Giovedì 22 Settembre 2022
L'assist di Pino Porzio: «Università e imprenditori aiutino i nostri talenti»

«Questo libro sulla grande storia della pallanuoto a Napoli è una sollecitazione per i ragazzi e le squadre di oggi: dobbiamo superare una fase difficile che dura da troppo tempo».

Così Pino Porzio, olimpionico che da giocatore e tecnico del Posillipo e poi da coach della Pro Recco ha vinto tutto, oltre ai tanti titoli da nazionale. Durante la presentazione del libro “Palombella gloriosa” pubblicato da Homo Scrivens e presentato presso la Feltrinelli in via Santa Caterina a Chiaia l'ex azzurro ha lanciato una proposta: «Ci sono tanti bravi ragazzi che a un certo punto decidono di lasciare la loro squadra e da Napoli si trasferiscono all'estero per studiare e intraprendere un percorso sportivo e universitario, poi professionale. Credo che la Federico II possa sostenere questi ragazzi nei loro studi e poi avviarli, con il supporto degli imprenditori, verso l'attività lavorativa. Questo ci consentirebbe di non perdere di vista talenti che possono crescere e riportare la pallanuoto napoletana a certi livelli».

La presentazione è stata l'occasione per Pino di ritrovare tanti vecchi compagni amici: oltre al fratello Franco nella sala della Feltrinelli c'erano i fratelli Marco e Stefano Postiglione, accompagnati da papà Carlo, già vicepresidente del Posillipo; Silipo, ct del Setterosa medaglia di bronzo agli Europei; Bencivenga, Massimo Fiorentino, i Marsili e Violetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA