Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

«Please No War»: le atlete
del PalaVesuvio al fianco dell'Ucraina

Lunedì 28 Marzo 2022 di Diego Scarpitti
atlete PalaVesuvio

Il cuore e la bandiera dell’Ucraina. E un messaggio di pace, esibito con stile dalle atlete al PalaVesuvio: «Please No War». Quasi chiesto con cortesia e gentilezza. Senza tralasciare la standing ovation in favore di Viktoriia Onopriienko, ginnasta di Kiev, classe 2003, fuggita dagli orrori della guerra e accolta in Italia dalla società Armonia d’Abruzzo, che l’ha schierata in pedana, qualificandosi per la Final Six trentina: straordinario il punteggio di 30,85 ottenuto nell’esercizio con le clavette.

La campionessa ucraina, che ha partecipato alle Olimpiadi di Tokyo 2020, quarta classificata agli ultimi Campionati del Mondo di Kitakyushu, ha mostrato con fierezza i colori gialloblu ed ha sventolato il vessillo del suo Paese, mentre sul braccio recava la scritta: «No War». A ribadire il concetto largamente condiviso sugli spalti dell’impianto riqualificato in occasione delle Universiadi 2019 e che si appresta ad ospitare altre manifestazioni internazionali, come gli European Championship, già assegnati ufficialmente a Napoli dall’European Gymnastics. 

 

Spetta ora alle Istituzioni supportare l’iniziativa e capitalizzare la grande promozione turistica, che tali eventi di risonanza mondiale generano sul territorio. Proprio dalle sinergie tra Federazione ginnastica d’Italia, Regione Campania, Comune di Napoli e Agenzia Regionale Universiadi per lo Sport, potrà uscire la tanto auspicata ed attesa fumata bianca per la realizzazione dei Campionati Europei di ginnastica artistica maschile e femminile 2024 nell’impianto di via Argine. Dopo i successi organizzativi e tecnici, fatti riscontrare dalla 30esima edizione estiva dei Giochi universitari, la Federazione ginnastica d’Italia e l’urbe di Partenope meritano ancora fiducia e sostegno. Si confida nella disponibilità e solerzia di chi è intervenuto alla prestigiosa kermesse come Bruno Cesario per Palazzo Santa Lucia, in rappresentanza del presidente Vincenzo De Luca, e come l’assessore allo sport e alle pari opportunità Emanuela Ferrante, esponente di punta della Giunta Manfredi (nelle foto di Simone Ferraro).

Sul fronte sportivo, in uno scenario fantastico, si è conclusa la finale della regular season dei Campionati nazionali di serie A1-A2-B di ginnastica ritmica. Impeccabile l’organizzazione allestita da Evoluzione Danza Angri con Colomba Cavaliere e Tiziana Gallo a guidare uno staff ampiamente collaudato nelle precedenti edizioni di Eboli e Napoli. Unica società della Campania in gara, la compagine di Cavaliere ha centrato l’obiettivo di rimanere nell’élite nazionale della disciplina con la riconferma in serie A2 anche per il prossimo anno. Viola Crippa, Carlotta Maino, Andrea Cristina Verdes, Asia Benvenuto e Federica Boffa, dopo le tre prove di Cuneo, Bari e Napoli, hanno chiuso la classifica generale al nono posto con 204 punti, a meno di tre lunghezze dai playoff-playout in programma a Folgaria il 1° maggio. Un obiettivo che era alla portata del sodalizio campano e che avrebbe ripagato il club del grande sforzo organizzativo messo in campo. Va ricordato che Evoluzione Danza è al suo primo anno nella serie cadetta, con la promozione conquistata lo scorso anno a Fabriano, in casa di Julieta Cantaluppi, legittima pretendente allo scudetto 2022 nella massima serie con le sue stelle, Milena Baldassarri Sofia Raffaeli, che hanno letteralmente infiammato l’impianto di Ponticelli.

Peccato per il risultato sfuggito al club di Angri proprio nell’ultimo esercizio davanti al folto e caloroso pubblico amico. Sono intervenuti i vertici nazionali della Federazione, presieduta da Gherardo Tecchi, con il vice Rosario Pitton. E poi lo speaker ufficiale e voce della Fgi Fabio Gaggioli, i referenti Maria Cristina Casentini, Paola Porfiri, Emanuela Maccarani (commissario tecnico della Nazionale italiana di ginnastica ritmica), Stefania Turbessi, Andrea Costarelli, il presidente del comitato regionale Aldo Castaldo. Infine gli ufficiali di gara Liliana Leone, Alessia Mari, Daniela Ciancio e Rositza Ivanova, i segretari Annalisa Terzo e Vincenzo Tais e il direttore tecnico del Gruppo Sportivo Fiamme Oro Luca Piscopo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA