Pugilato campano primo in formazione
Tra i docenti Patrizio Oliva e Cardamone

Venerdì 14 Gennaio 2022 di Gianluca Agata
Patrizio Oliva

Nonostante i grandi disagi dovuti alla situazione pandemica il Comitato Regionale Campano della Federazione Pugilistica Italiana  è stato quello che ha attuato il maggior numero di corsi di formazione ed aggiornati su tutto il territorio nazionale. Il tutto sotto l’attento coordinamento del Prof. Renato Biagio Zurlo consigliere federale e responsabile del settore tecnico nazionale.  «Il processo formativo è un eccellenza della FPI e la Campania ha recepito in pieno l’importanza di tali iniziative – spiega Zurlo -  Oltre ai corsi di formazioni per tecnici di pugilato  sia aspiranti che primo Livello sono stati realizzati ben  nove stage di aggiornamento di cui tre a livello nazionale.  I corsi sono stati sia in modalità e-learning che in presenza con docenti di grande spessore culturale ed agonistico. Tra questi i campioni mondiali Patrizio Oliva,  Agostino Cardamone e Francesco Damiani,tra gli altri. Il tutto con il coordinamento del prof. Valerio Esposito docente di scienze Motorie e preparatore atletico. Questa attività è stata evidenziata anche dal presidente della Federazione pugilistica Italiana Flavio D’Ambrosi». 

I corsi hanno spaziato su tutti i programma di allenamento e nozioni della boxe. Dal recupero post infortuni, all’attività giovanile agli aspetti nutrizionali e di preparazione specifica.«Abbiamo chiuso l’anno con due importanti stage formativi a Baronissi ed a Mercato San Severino – aggiunge Valerio Esposito – gli stage sono stati realizzati in concomitanza con i campionati italiani Youth ed hanno visto una larghissima partecipazione interessata e propositiva. Agli stage hanno partecipato come relatori i tecnici delle nazionali azzurre Emanuele Renzini, Riccardo D’Andrea e Gennaro Moffa  nonché il prof. Roberto Cannataro ingegnere biomedico e docente universitario  a Catanzaro e Cosenza. Abbiamo chiuso un anno eccellente in quanto a formazione ora siamo pronti a ripartire».  Soddisfatto anche il presidente della Federboxe Campana Rosario Africano.  “E’ stata un grande ripartenza sotto questo aspetto – conclude -  Dopo ani di oblio questo comitato ha ripreso un percorso che, grazie a docenti impiegati, si è rivelato di grande spessore. Ai nostri seminari hanno partecipato tecnici di tutta Italia così come ai corsi di formazione. Lo boxe è anche continuo aggiornamento e su questo non vogliamo essere solo spettatori”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA