Quattro senza, rotta verso Tokyo:
oro napoletano in coppa del mondo

Lunedì 7 Giugno 2021 di Gianluca Agata
Il quattro senza oro a Sabaudia

E' una Italia che parla napoletano quella che a Sabaudia ha chiuso la tre giorni di gare di Coppa del Mondo con la conquista di 14 medaglie (6 oro, 6 argento, 2 bronzo) tra cui 7 nelle specialità olimpiche (oro nel quattro senza e nel quattro di coppia senior maschili, argento nel quattro di coppia senior femminile, otto maschile e nei due doppi pesi leggeri, maschile e femminile, bronzo nel doppio senior femminile). Le altre 7 arrivano, invece, dalle specialità non olimpiche, e tutte nei pesi leggeri: oro nel quattro di coppia femminile e nel singolo, due senza e quattro di coppia maschile, argento nel singolo maschile e in quello femminile, bronzo nel due senza maschile. Un bottino che permette all’Italia di dominare il medagliere finale per nazioni con il primo posto davanti all’Olanda con 7 medaglie (4-3-0) e alla Germania con cinque medaglie (2-1-2).

Gli acuti partenopei partono dal quattro senza sul quale tornano Giuseppe Vicino e Matteo Lodo (Fiamme Gialle) a fare squadra con Bruno Rosetti (CC Aniene) e Matteo Castaldo (Fiamme Oro/RYCC Savoia). Un successo conquistato relegando Gran Bretagna e Polonia sui gradini più bassi del podio, rilanciando così le proprie ambizioni in vista dei Giochi Olimpici di Tokyo.

È argento l’otto maschile di Luca Parlato (Marina Militare), Alfonso Maria Scalzone (Fiamme Gialle/RYCC Savoia), Salvatore Monfrecola (Marina Militare/RYCC Savoia), Davide Mumolo (Fiamme Oro/SC Elpis), Emanuele Gaetani Liseo (SC Telimar), Cesare Gabbia (Marina Militare), Vincenzo Abbagnale (Marina Militare), Leonardo Pietra Caprina (Fiamme Gialle/CC Aniene) e il timoniere Emanuele Capponi (Fiamme Gialle), dietro la Germania. Nelle altre finali in programma, concludono ai piedi del podio anche il due senza senior maschile di Giovanni Abagnale (Marina Militare) e Marco Di Costanzo (Fiamme Oro), che terminano a soli 26 centesimi dalla Croazia terza. L'altro doppio azzurro, quello di Matteo Sartori (Fiamme Gialle) e Nunzio Di Colandrea (Marina Militare/RYCC Savoia), è sesto. Archiviato l’ultimo appuntamento internazionale per l’Italremo olimpico prima dell’Olimpiade di Tokyo, l’Italia del canottaggio volge la prua verso Gavirate, che dal 10 al 13 giugno ospiterà il Maxicampionato Italiano, che vedrà assegnare i tricolori in tutte le categorie.

Ultimo aggiornamento: 15:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA