Rari Nantes Salerno-Brescia,
alla Simone Vitale arriva l'ex Dolce

Venerdì 26 Novembre 2021 di Diego Scarpitti
Vincenzo Dolce

Targa e tributo. Sarà accolto come un trionfatore nella sua Salerno. Leader, campione del mondo, Collare d’Oro al merito sportivo e campione d’Italia in carica. L’intera città si stringerà intorno a Vincenzo Dolce, ex di turno. «Sarà un’emozione giocare a Salerno davanti ad amici, parenti e tifosi. Finalmente si rivede il pubblico in piscina e sarà un vero piacere. Non vedo l’ora di tornare alla Simone Vitale», ammette alla vigilia il difensore classe 1995.

Tanta strada percorsa, fino a disputare le Olimpiadi di Tokyo 2020. «Dobbiamo tenere alta la concentrazione. Ci aspetta un periodo intenso con partite difficili», spiega il pallanuotista numero 2. Campionato e Champions League: si lotta su due fronti. Il Brescia allenato da Sandro Bovo, oro a Barcellona 1992 e bronzo ad Atlanta 1996, intende prendersi la scena.

«Dobbiamo perfezionare la difesa, in vista di sabato 4 dicembre, quando saremo chiamati a confrontarci con il Recco capolista. Sarà un match d’alta quota alla Mompiano, per valutare il nostro livello», argomenta Dolce (nella foto di Enrico Casiraghi). E magari pensare ad un possibile aggancio in classifica o ad uno sgambetto.

Sfida proibitiva invece per capitan Michele Luongo e compagni domani (ore 14.30), I ragazzi di Matteo Citro proveranno a ben figurare nella nona giornata di campionato, pur consapevoli dell’impari confronto. Per i giallorossi ancora indisponibile il centrovasca Daniel Gallozzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA