Roma Nuoto-Canottieri Napoli,
sfida speciale per l'ex Tartaro

Venerdì 29 Novembre 2019 di Diego Scarpitti
Andrea Tartaro
La sua prima da ex. Roma Nuoto-Canottieri Napoli nel segno di Andrea Tartaro. Nato e cresciuto al Molosiglio, a giugno scrisse una lettera per salutare e ringraziare la sua società, lo staff tecnico e dirigenziale. Domani pomeriggio (ore 18) affronterà al Foro Italico, i giallorossi di Christian Andrè nella decima giornata di A1. «Sarà una partita ricca di emozioni. Poi gli amici Francesco Altomare e Alessandro Zizza saranno ospiti a casa mia. Sarà strano vederli sfilare al mio fianco da avversari. Si preannuncia una sfida particolare con Enzo Massa, che mi ha formato dal punto di vista pallanuotistico: insieme tante vittorie». Tre scudetti giovanili, di cui due proprio ai danni della Roma Nuoto e la palma di miglior giocatore di categoria nel 2017.
 
Trasferitosi in capitale per motivi di studio (Economia all’università), il difensore classe 2001 ha già sgambettato il Posillipo (13-12), siglando una doppietta con la nuova calottina, ed è stato pericoloso con la sua tripletta alla Simone Vitale contro la Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno, gara decisa da Gennaro Parrilli a 14” dalla sirena (12-11). Sette marcature siglate fin qui.

«La Canottieri può dare ancora tanto al campionato con Biagio Borrelli, Gabriele Vassallo, Luigi Di Costanzo, Umberto Esposito: non si sono mai risparmiati e sono giocatori di alto livello», dichiara «Poppino», così affettuosamente soprannominato. Capitolini a 8 punti in classifica, napoletani fanalino di coda a 1. «Sarà un match alquanto complicato. Veniamo da un pareggio (12-12 con Trieste) e dalla sconfitta con Salerno. Risultati maturati nell’ultimo minuto e mezzo con quattro punti persi». Roma club emergente, Canottieri storico circolo blasonato in netta difficoltà.

Figlio d’arte, la passione per la pallanuoto gli è stata trasmessa dal padre-giocatore Gianpaolo, classe ’67, medico chirurgo, specialista in chirurgia plastica, estetica e ricostruttiva. «Papà ha vinto l’ultimo scudetto con i giallorossi nel 1990, insieme a Paolo Zizza, Nando Gandolfi, Carlo Silipo. I miei genitori mi seguono nelle gare al Foro Italico», racconta soddisfatto Andrea, che si è ambientato bene nella nuova realtà. «Roma città meravigliosa e la pallanuoto incrementa la voglia di sfondare nella vita», spiega il biondo atleta dalle lunghe leve (nella foto di Marco Gallo).

Convocato da Silipo in Nazionale, Tartaro junior parteciperà con l’Italia under 20 e 18 al torneo 4 Nazioni, in programma al Centro Federale di Ostia dal 2 al 4 dicembre, contro Serbia e Malta. Della delegazione azzurra anche il portiere Francesco De Michelis e Matteo Spione, oro alle Universiadi 2019, della Roma Nuoto.

Infine un messaggio sociale. «La striscia rossa sul viso un segnale contro la violenza sulle donne. Un piccolo gesto per risolvere un grande problema». Non un incontro qualunque Roma Nuoto-Canottieri Napoli ma dal sapore speciale per Andrea Tartaro.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA