Roma-Pomigliano, scatta il girone di ritorno

Carlo Sanchez, tecnico del Pomigliano
Carlo Sanchez, tecnico del Pomigliano
di Diego Scarpitti
Giovedì 24 Novembre 2022, 20:43
3 Minuti di Lettura

Si riparte. Sabato 26 novembre allo stadio Tre Fontane il lunch match delle ore 12.30 contro la capolista. E’ la decima giornata di serie A, la prima del girone di ritorno. Ha chiuso a 24 punti la compagine di Alessandro Spugna, precedendo la Juventus di quattro lunghezze. Al settimo posto, invece, la formazione di Carlo Sanchez con 7 punti in classifica, utili a tenere dietro Sassuolo e Como (6) e Parma (4). Domenica 28 agosto finì con le reti di Valentina Giacinti e Andressa Alves nel primo tempo.

Vigilia. «Roma-Pomigliano sarà una gara bellissima e importante. All’andata le pantere persero 0-2 in casa. Le giallorosse sono tra le più forti d’Italia e stanno facendo bene anche in Europa. Sarà un incontro impegnativo all’insegna della qualità», spiega il tecnico granata.

 

Condizione. «Le ragazze stanno benissimo. Abbiamo subìto una sconfitta immeritata a Sassuolo, pur avendo espresso una buona prestazione in Emilia. E’ mancato il gol dell’1-2 nel nostro miglior momento. Potevamo passare in vantaggio ma siamo stati abbastanza sfortunati con Taty», ricorda Sanchez. «Neroverdi un avversario agguerrito, che ha cercato di imporre il gioco e che non aveva ancora vinto in campionato. Doveroso riconoscere i meriti del Sassuolo, senza addebitare demeriti al Pomigliano», tiene a precisare il 48enne napoletano. «Sono soddisfatto, poiché le granata si approcciano bene agli allenamenti. Da recuperare soltanto la polacca Katarzyna Konat».

Inevitabile tracciare un primo bilancio. «Girone d’andata positivo: abbiamo raccolto sei punti in tre gare. Le ragazze potevano arpionare qualche punto in più. Non sono mancate le buone prestazioni», osserva Sanchez. «Guardiamo con ottimismo al girone di ritorno, con la speranza di raccogliere più punti possibili, per coronare quel sogno, ovvero una salvezza tranquilla, che possa precedere gli ultimi quattro-cinque incontri finali», auspica fiducioso.

Strategia. «Arrivare al meglio nella griglia post season con il lavoro, la continuità, la spensieratezza che ci contraddistingue. Credo nell’obiettivo salvezza, un traguardo alla nostra portata. E’ fondamentale avere un atteggiamento umile, contrassegnato da un sano divertimento, perché il calcio è pura gioia», conclude l’allenatore del Pomigliano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA