Rossella Gregorio prepara
l'assalto alle Olimpiadi di Tokyo

Lunedì 24 Maggio 2021 di Diego Scarpitti
Rossella Gregorio

Nutre la passione, ridesta la speranza. Prepara l’assalto, accende il sogno. In rampa di lancio la salernitana Rossella Gregorio. Cinque cerchi tatuati sul braccio sinistro. Atene, Budapest, Tokyo. Con tappa intermedia a Napoli. Alimenta la fiducia l’appuntato dei Carabinieri. La sciabolatrice classe 1990, già campionessa del mondo a squadre a Lipsia nel 2017, Collare d’oro al merito sportivo e quarta alle Olimpiadi di Rio de Janeiro nel 2016, rappresenterà la Campania in Giappone.

 

«La pandemia ha ridotto le gare, utili come termine di paragone e confronto, per capire lo stato della preparazione», ammette la schermitrice. A distanza di un anno dal secondo posto conquistato all’ombra del Partenone, che permise di staccare il pass per le Olimpiadi nipponiche, qualche giorno prima che venisse proclamato il lockdown, Gregorio è ritornata in pedana, rendendosi nuovamente protagonista e mettendo al collo una pesante medaglia d’argento. In Coppa del Mondo Italsciabola femminile sul secondo gradino del podio.

In terra magiara rifulse il quartetto azzurro, composto dalla livornese Irene Vecchi (Fiamme Gialle), dalla foggiana Martina Criscio (Esercito), dalla friulana Michela Battiston (Aeronautica Militare) e da Gregorio. Dispensa qualità e tecnica l’atleta formatasi nel Club Scherma Salerno, che da qualche anno si allena a Frascati, denotando una grande voglia di riprendersi la scena.

«Ottimi i due secondi posti di squadra, piazzamenti che danno fiducia. Il lavoro procede nella direzione giusta», afferma Rossella, che parteciperà ai Campionati italiani al PalaVesuvio da venerdì 4 a domenica 6 giugno. Punta a riscattare il risultato del Brasile. «Desidero fare bene, ambire alle medaglie. Sono fiduciosa di poter esprimermi al meglio», argomenta.

Laurea triennale in Scienze politiche con tesi in diritto internazionale. «Voglio godermi questa Olimpiade e spero di ottenere il massimo», asserisce Rossella (nelle foto di Augusto Bizzi), che ringrazia l’Arma dei Carabinieri per il sostegno. Guardia alta, assalto al futuro, nonostante il calendario scompaginato.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA