Sampdoria-Pomigliano 1-0: pantere
penalizzate da svista arbitrale choc

Giovedì 14 Ottobre 2021 di Diego Scarpitti
Sampdoria-Pomigliano 1-0: pantere penalizzate da svista arbitrale choc

Le immagini tv parlano chiaro. Palla bloccata fuori area da Amanda Tampieri, che arretra e si trascina la sfera nel suo settore di competenza. Evidente il «fattaccio». La grave irregolarità non viene però sanzionata durante il recupero della quarta giornata di campionato tra Sampdoria e Pomigliano. Strano come il sito della Figc femminile non menzioni l’episodio in questione, forse una clamorosa svista come quella arbitrale in campo. Chissà.

 

Minuto 53. Stadio Riccardo Garrone. Lancio lungo di Giulia Ferrandi per l’argentina Dalila Belén Ippólito. Il portiere blucerchiato esce ed anticipa tutti, ma tocca il pallone nettamente fuori area. Episodio che fila liscio nell’incredulità generale. A nulla vale richiamare l’attenzione del direttore di gara Marco Monaldi di Macerata e dei suoi assistenti Simone Biffi di Treviglio e Alessandro Antonio Boggiani di Monza, così come il
quarto uomo Jules Roland Andeng Tona Mbei di Cuneo. Da regolamento cartellino rosso per l’estremo difensore (nelle foto di Nicola Velotti) e calcio di punizione dal limite per le pantere, che avrebbero disputato il secondo tempo in superiorità numerica.

«Non voglio soffermarmi sugli episodi arbitrali», commenta il tecnico Domenico Panico, che incassa la sua prima sconfitta stagionale. Di misura si impongono le ragazze di Antonio Cincotta (1-0), grazie alla rete siglata da Stefania Tarenzi, ex Inter, al 75’. Si aggiunga, inoltre, la «clamorosa» espulsione di Zhanna Ferrario domenica scorsa a Formello contro la Lazio. E i torti subìti passano a due. «Abbiamo disputato un’ottima gara. Meritavamo ampiamente un risultato positivo per il gioco prodotto», osserva l’allenatore napoletano da un mese esatto sulla panchina granata. «Dobbiamo continuare a lavorare», afferma Panico. Da Genova trasferimento ad Udine e testa alla Coppa Italia.

Si riparte in campo dal 31’38”, minuto della sospensione dello scorso 26 settembre, causa nubifragio. L’assedio finale del Pomigliano non si concretizza. Capitan Deborah Salvatori Rinaldi e compagne interrompono la striscia di risultati positivi, nonostante la buonissima prova fornita dal gruppo di Panico per intensità e gioco espresso, mancando forse di lucidità nella costruzione finale delle azioni. La Sampdoria scavalca le campane, si porta al quinto posto e aggancia Fiorentina e Inter a nove punti in classifica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA