Savona-Posillipo, Scalzone
promette battaglia alla Zanelli

Lunedì 22 Novembre 2021 di Diego Scarpitti
Andrea Scalzone

Mercoledì 24 novembre il Posillipo è atteso dalla Rari Nantes Savona (ore 16) alla piscina comunale Carlo Zanelli. Turno infrasettimanale per capitan Paride Saccoia e rossoverdi, che si confronteranno con i biancorossi nell’ottava giornata di campionato. I pallanuotisti di Alberto Angelini a 12 punti in classifica (a pari merito con la Rari Nantes Salerno).

«Sarà una gara difficile. Il Savona è un’ottima squadra e si stanno facendo valere in regular season, dopo il bellissimo percorso in coppa», spiega Andrea Scalzone. «Arriviamo galvanizzati dalla vittoria maturata con la Waterpolo Metanopoli a Santa Maria Capua Vetere, che ci ha dato molta fiducia», osserva il difensore classe 1992. «Successo fondamentale, sentivamo la pressione di dover vincere, ed è stata una partita contratta», ammette la calottina numero 10.

«Sabato era importante cogliere i 3 punti. Dispiace per l’infortunio occorso a Giuliano Mattiello e spero possa riprendersi presto», auspica Scalzone, attento alle condizioni di salute del suo ex compagno di squadra. «In Liguria ci aspetta una sfida dura, dovremo gettare il cuore oltre l’ostacolo, per cercare di tornare a casa con dei punti ed è quello che faremo», dichiara convinto Scalzone, un veterano della formazione allenata da Roberto Brancaccio.

Contro il mancino Eduardo Campopiano (ex giallorosso) e soci non bisognerà distrarsi. Intanto proseguono i soliti disagi per la chiusura della Scandone: affievolite le ultime scorte della pazienza. «Proseguono gli allenamenti il martedì e il giovedì al Molosiglio. Siamo davvero grati alla Canottieri Napoli per l’ospitalità. Ci tocca stringere i denti anche in allenamento e così ci prepariamo alle difficoltà delle partite», conclude Scalzone (NewFotoSud).

Riusciranno i nostri eroi a ritornare nell’impianto di Fuorigrotta almeno per l’ultimo incontro del 2021 contro la Roma Nuoto (11 dicembre)? Al momento non è dato sapere. Cresce lo sconforto nell’imbarazzo generale: è impossibile avanzare previsioni.   

© RIPRODUZIONE RISERVATA