Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Settebello, la carica di Dolce
per la World League

Giovedì 21 Luglio 2022 di Diego Scarpitti
Vincenzo Dolce

Girone B. Canada, Francia e Stati Uniti. Sono questi gli avversari del Settebello, impegnato nella Super Final di World League a Strasburgo. «Siamo pronti a disputare al meglio questa prestigiosa rassegna e desideriamo fare bene», spiega alla vigilia il salernitano Vincenzo Dolce. «Proveremo ad arrivare fino in fondo», auspica fiducioso il difensore classe 1995. Si tratta di «una tappa di passaggio e assestamento», come ha ribadito il commissario tecnico Sandro Campagna.

 

«World League prova generale per gli Europei di Spalato, che affronteremo dal 27 agosto al 10 settembre», avverte il giocatore del Brescia, ex di Canottieri Napoli e Posillipo. «Ci saranno Nazionali che incontreremo poi in Croazia», ricorda l’autore del -1 contro la Spagna al recente Mondiale di Budapest.

«L’argento iridato è un risultato importante, conquistato con un Settebello totalmente rinnovato rispetto all’oro di Gwangju 2019», tiene a precisare Dolce, Collare d'oro al merito sportivo. «Sandro Campagna è apparso comunque contento, considerando i cinque esordienti in organico».

La grinta e il cuore non sono bastati. «Abbiamo recuperato con la Spagna ma i rigori sono sempre una lotteria. Per il gioco espresso gli iberici hanno meritato la vittoria finale», osserva il pallanuotista azzurro (nelle foto di Giorgio Scala e Andrea Staccioli/DBM). In vista delle Olimpiadi di Parigi 2024 calendario internazionale intenso con due Europei e altrettanti Mondiali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA