Settebello «made in Naples»
d'argento alla Mediterranean Cup

Domenica 4 Agosto 2019 di Diego Scarpitti
Luca Silvestri e Jacopo Parrella
Due posillipini e un acquachiarino d’argento. Settebello «made in Naples» alla Mediterranean Cup. A Cagliari gli azzurrini di Nando Pesci chiudono al secondo posto, superati di misura dall’Ungheria 7-8 (4-1, 0-2, 1-3, 2-2). In gol i rossoverdi Jacopo Parrella e Luca Silvestri, entrambi nati nel 2002 e campioni d’Italia under 20. «Abbiamo giocato a falsi alterne. Pesa il 2 su 11 in superiorità numerica, mentre per gli ungheresi 5 su 5 con l’uomo in più. Ci siamo disuniti in alcuni momenti e i magiari hanno avuto la forza di superarci», racconta Parrella, autore del 6-7, imbeccato da Ferrero. «C’è enorme potenziale nel nostro collettivo e possiamo arrivare lontano, se giochiamo uniti, proprio come in semifinale contro il Montenegro. Compatti siamo imbattibili. Resta, però, un po’ di amarezza per il secondo posto», ammette Jacopo.

A 24″ dalla sirena arriva la rete del 7-8, realizzata da Silvestri. «Partita molto fisica e Ungheria ben strutturata. Abbiamo iniziato bene (4-1), poi nel terzo tempo ci siamo sfilacciati e sono diminuite le energie fisiche e mentali. Abbiamo disputato un buon torneo ad alto livello, confrontandoci con avversari molto forti». Al collo un argento pesante nell’anno del tricolore giovanile. «Spero sia soltanto l’inizio. Teniamo in modo particolare all’Europeo di Tbilisi e siamo consapevoli di ben figurare», osserva la calottina posillipina, che dedica la silver medal a Roberto Brancaccio e Gennaro Mattiello.

Esulta anche l’attaccante biancazzurro Daniele De Gregorio. Montenegro sul terzo gradino del podio, quarta, invece, la Croazia. Nessuna vacanza per il Settebello junior impegnato in Georgia dall’11 al 18 agosto per la rassegna continentale. Partenza prevista giovedì 8. Gli impegni clorati non finiscono mai. © RIPRODUZIONE RISERVATA