Show in pedana, Rossana Pasquino
​campionessa italiana di spada

Martedì 1 Giugno 2021 di Diego Scarpitti
Rossana Pasquino e Paolo Azzi

E proprio a Verona, «fatale» per il Napoli e il mancato accesso in Champions League, che si laurea campionessa d’Italia di spada (categoria B) Rossana Pasquino. Affondo giusto e assalto vincente. Immensa e straordinaria, tanto da rasentare la perfezione. In formato Tokyo, la professoressa federiciana incoronata incontrastata regina della pedana. A premiarla il presidente Fis Paolo Azzi.

In tuta cremisi della Polizia di Stato, Pasquino trionfa per la seconda volta. «Sono molto contenta, è davvero bello riconfermare il titolo di Palermo 2019», dichiara soddisfatta la vincitrice classe 1982 al termine di una rassegna lunghissima con ben 14 partecipanti. Prima nel girone, poi ai quarti supera Michela Fabbri (Frascati Scherma) 15-4, in semifinale batte Julia Anna Markowska (Fiamme Oro) 15-9, in finale regola Alessia Biagini (Club Scherma Pisa Antonio Di Ciolo) 15-7.

 

Dominio assoluto dall’inizio alla fine, un vero monologo. Pasquino infila tutte vittorie nel girone, subendo soltanto 2 stoccate nei 6 match a 5. Eliminatorie archiviate in rapida successione, sempre avanti in finale, poi il cambio di passo decisivo con le ultime 6  stoccate. E’ Rossana show ai Campionati italiani assoluti di scherma paralimpica e non vedenti. Premiato il maestro Carmine Carpenito (Club Schermistico Partenopeo). «Domani tocca alla sciabola», annuncia fiduciosa Pasquino (nelle foto di Augusto Bizzi). Sarà una Festa della Repubblica italiana da onorare al meglio. Non vuole fermarsi, punta alla doppietta. Per un 2 giugno letteralmente da incorniciare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA