Goggia, la Coppa di discesa è tua!
È la terza, meglio di Isolde Kostner

Mercoledì 16 Marzo 2022 di Sergio Arcobelli
Goggia, la Coppa di discesa è tua!

Tris Goggia! Alza le braccia al cielo ed esulta con un urlo al traguardo: alle finali di Courchevel, Sofia conquista la sua terza Coppa del mondo di discesa libera, meglio di Isolde Kostner a quota due. Oggi la 29enne bergamasca (al cancelletto di partenza col numero 5) non ha sciato benissimo, ma non le serviva prendere rischi perché già sicura di aver vinto ancora prima di scendere, visto che la sua rivale, la svizzera Corinne Suter, staccata di 75 punti dall’azzurra in classifica, partita con il pettorale numero 3 ed unica a poter insidiare Sofia, ha faticato più del previsto. E dunque, l’Italia porta a casa la sua seconda “coppetta” di specialità, dopo quella di superG con Federica Brignone. Apoteosi.

Sofia Goggia ha vinto la coppa del mondo di discesa

La gara delle finali di Courchevel è stata vinta dalla statunitense Mikaela Shiffrin, che è in lizza per la Sfera di Cristallo assoluta insieme alla slovacca Petra Vlhova, oggi fuori dalla zona punti. L'americana ha preceduto l’austriaca Christine Scheyer, seconda e l’elvetica Joana Haehlen, terza. Azzurre lontane: Elena Curtoni, prima italiana, è decima, proprio davanti a Brignone e Goggia, mentre 14esima è Marta Bassino. Ma la copertina di giornata è tutta di Sofia, che aveva già vinto la Coppa di discesa nel 2017/18 (la stagione del suo oro olimpico a PyeongChang) e nel 2020/21, e diventa così la quinta atleta con più di due coppe di discesa, davanti a lei Vonn (8), Annemarie Moser-Pröll (7), Renate Götschl (5), Katja Seizinger (4) e Michela Figini (4).

Pur consapevole che ormai era fatta, la finanziera bergamasca ha deciso comunque di non risparmiarsi. È partita molto forte all’inizio, dove viaggiava in “luce verde”, dunque in quel momento con il miglior tempo, poi però le gambe hanno ceduto e nella parte conclusiva piena di curvoni la stanchezza di una lunga stagione si è fatta sentire. Ma nonostante tutto ha chiuso in bellezza quest’anno bellissimo e complicato in cui ha ottenuto sei vittorie stagionali - le due discese di Lake Louise, il superG sempre in Canada, la discesa e il superG di Val d'Isére, la discesa di Cortina del 22 gennaio, ultimo trionfo prima del grande spavento. Perché il giorno dopo si infortuna nel superG, a un paio di settimane dai Giochi. E' lesione parziale del crociato del ginocchio sinistro: le Olimpiadi sono fortemente a rischio. Ed invece Sofia fa il miracolo: dopo una terapia riabilitativa e tanta palestra riesce a recuperare dalla lesione fino a conquistare a Pechino 2022 la medaglia d'argento in discesa alle spalle proprio della Suter, che oggi non è riuscita a soffiarle la coppa di specialità. Sofia dei miracoli ha vinto ancora. 

 

Cosa ha detto Goggia

"Sono contenta perché è il mio terzo globo in cinque anni, secondo consecutivo. Ho dato tutto, da Cortina in avanti è stata una sofferenza da sportiva. È stato difficile rimettermi sugli sci senza fare una preparazione adatta e dovevo sciare con molti km in meno delle altre. Prima delle Olimpiadi avevo fatto uno spazio per questa coppa in libreria; a dir la verità ad inizio stagione pensavo anche più in grande, però è andata così ed è già tanto quello che sono riuscita ad ottenere con un ginocchio un po’ malconcio".

Ultimo aggiornamento: 20:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA