Spagna e Germania a Napoli:
rugbymania all'ombra del Vesuvio

Lunedì 13 Gennaio 2020 di Diego Scarpitti
Italseven
Tutti scelgono Napoli. E’ rugbymania all’ombra del Vesuvio. Gennaio 2020 dal sapore internazionale nell’oasi felice di Bagnoli. Dopo la Francia under 20 campione del mondo, è il turno della Spagna e della Germania, pronte a misurarsi con l’Italseven di Andy Vilk. Marsigliese, Marcha Real, Das Lied der Deutschen (Il canto dei tedeschi) e naturalmente Fratelli d’Italia. Risuonerà nel Villaggio del Rugby «An die Freude», la celebre nona sinfonia di Ludwig van Beethoven. Sarà un vero inno allo gioia ammirare sul rettangolo verde dell’Amatori affermati players iberici e teutonici con le loro finte e serpentine, ripartenze veloci e azioni improvvise.

Appuntamento da non perdere. Giovedì 16 e venerdì 17 porte aperte allo spettacolo e al divertimento (dalle ore 10 alle 13 e poi dalle 15  alle 18) con le avvincenti sfide tra azzurri, furie rosse e i Nibelunghi nell’ex base Nato, in Viale della Liberazione. Allenamenti, invece, fissati allo stadio comunale di Boscotrecase, rinnovato grazie alle Universiadi di luglio 2019: domani 14 gennaio e mercoledì 15 doppia seduta mattutina e pomeridiana.

Gradito ritorno. La selezione seven guidata da coach Andy Vilk di nuovo in città. Nel febbraio 2019, infatti, l’Italia (nella foto di Stefania de Rosa) si rese già protagonista a Bagnoli insieme a Francia, Germania, Inghilterra ed Irlanda (Five Nations).
 
Sinergie territoriali. Mobilitazione di massa con il pieno coinvolgimento del territorio. Amatori Napoli e Amatori Torre del Greco le attive società dedite alla promozione della palla ovale. Si preannunciano spalti gremiti con gli atleti del minirugby e delle scuole del circondario. Lo staff di promozione e fidelizzazione della Fir, coordinato dal professor Franco Salierno e da Gianluca Aiello, ha programmato la partecipazione di vari istituti: Pirandello-Svevo, Belvedere e Viale delle Acacie, Giacinto Diano e Alpi-Levi saranno presenti alle gare mattutine con circa 400 alunni. Unita la Napoli rugbistica, con l'intento manifesto di affascinare bimbi e famiglie e diffondere il «verbo» della palla ovale con il suo ricco patrimonio di valori. La collaborazione tra club e amministrazione comunale, inoltre, consentirà agli alunni dell’istituto comprensivo Boscotrecase I.C. 1-San Prisco di assistere alle sessioni tecniche delle tre compagini.

Entusiasmo alle stelle. «La Campania nuovamente centrale, testimoniando di fatto l’elevato interesse della regione verso la disciplina ovale olimpica», dichiara soddisfatto Fabrizio Senatore, presidente del comitato campano FIR. «E’ un vero privilegio poter seguire dal vivo il lavoro di una delle nostre nazionali maggiori. Ormai Napoli sta abituando la propria utenza ad eventi di caratura internazionale. Auspico che possa risultare da esempio, al fine di far divenire questi appuntamenti fissi, in Campania come del resto in tutto il Sud Italia». Premesse e condizioni naturalmente non mancano.

E allora bienvenida e willkommen.
 
 
 




 
  © RIPRODUZIONE RISERVATA