Successo di famiglia per Manuel Parlati,
riconfermato campione italiano under 18

Lunedì 25 Ottobre 2021 di Diego Scarpitti
Manuel Parlati

Conferme e certezze. Figlio d’arte e classe 2004, Manuel Parlati non tradisce le attese. Al PalaPellicone, che ha riaperto finalmente le porte al pubblico, l’atleta della Nippon Club conserva il titolo di campione italiano cadetti. «Sapevo di poter vincere e fortunatamente ce l’ho fatta», spiega soddisfatto il judoka napoletano. «Ho prevalso nei 6 incontri, gara non complicata», racconta entusiasta.

Brilla nella categoria 60 kg, rendendosi protagonista sul tatami. «Sono felice del risultato conseguito ma ho rischiato di non disputare i Tricolori under 18, perché la seconda settimana di settembre mi sono operato al menisco del ginocchio sinistro. Ho dovuto recuperare in fretta per essere nuovamente sulla materassina: sono doppiamente contento della vittoria e del recupero”» ammette orgoglioso Manuel, che ha preceduto Alessio De Luca (Ginnastica Triestina) e Domenico Palumbo (New Crazy Fitness).

 

Un bis prestigioso costruito tra le mura amiche. «Grazie a mio zio Lello, a mio cugino Enrico e a mio padre Massimo, che ha seguito gli atleti delle Fiamme Oro a Malaga. Nonostante la sua assenza ad Ostia, l’ho sentito sempre vicino», dichiara Parlati junior. Una volta salito sul gradino più alto del podio, il vincitore si è ritrovato un altro componente della famiglia. «E’ stato emozionante, perché mi ha premiato mio cugino Christian Parlati, che ha partecipato alle recenti Olimpiadi di Tokyo», osserva. «Prossimi impegni i campionati junior il 20 novembre e gli Assoluti il 18 dicembre», conclude il bicampione italiano under 18.

Sorride e festeggia la Nippon Club con i suoi giovani talenti, posizionandosi seconda nella classifica per società alle spalle dell’Akiyama Settimo e anticipando Koizumi Scicli. Ciro De Luca primo nella categoria 60 kg, chiudono al secondo e terzo posto Antonio Esposito e Vincenzo Manferlotti, entrambi 55 kg. Ponticelli è anche questo. Campania in alto anche con Michele Mario Iovino (New Crazy Fitness), argento per il judoka di Trentola Ducenta nei 50 kg, bronzo per Fabrizio Esposito (Star Club Judo), fratello della plurititolata campionessa Martina (Carabinieri), allenata dal maestro Gianni Maddaloni.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA