Tennis, "Break Point": la storia della Coppa Davis in un film gratuito su Rakuten Tv

Venerdì 20 Novembre 2020

Rakuten TV ha annunciato oggi l'imminente anteprima di Break Point: A Davis Cup Story, il documentario sulla più antica e importante competizione internazionale di tennis al mondo. Il documentario, prodotto da Kosmos Studios, ripercorre l'ultima edizione del torneo - svoltosi a Madrid nel 2019 – durante il quale la Spagna ha vinto per la sesta volta, in scena con un format completamente rinnovato: fase finale a 18 squadre e disputata in una sola settimana.

Il documentario si concentra sulle storie delle due squadre finaliste della competizione: Spagna e Canada. La Spagna, con Nadal come numero 1 e quattro titoli di Coppa Davis tra i suoi successi, contro le giovanili della squadra canadese, guidata dal 20enne Denis Shapovalov, che ha avuto la possibilità di vincere la prima Coppa Davis per il suo paese. Per entrambe le squadre, la Coppa Davis 2019 è stata ricca di emozioni, con le sconfitte di alcuni dei loro protagonisti per infortunio o addirittura ritirate durante la competizione. Il documentario racconta con grande emozione la storia personale di Roberto Bautista che, dopo aver temporaneamente abbandonato la competizione per la morte del padre, è tornato a sostenere la sua squadra, ha giocato la finale e ha portato la vittoria per la Spagna.

Break Point: A Davis Cup Story, è disponibile gratuitamente ed esclusivamente su Rakuten TV dal 26 novembre accedendo alla sezione FREE della piattaforma che ospita, nel canale Rakuten Stories, titoli di successo quali Matchday – Inside FC Barcelona, MessiCirque, il documentario su Sadio Mané Made in Senegal, Andrés Iniesta – L'Eroe Inaspettato, I Segreti de La Roja – Campioni del Mondo 2010, o Ride your Dream che racconta l’avventura di Ana Carrasco, la prima donna a vincere un campionato del mondo di motociclismo.

Nel video concesso in esclusiva a Il Messaggero.it la storia della semifinale tra Spagna e Gran Bretagna, con il "punto impossibile" messo a segno da Rafa Nadal che spianò la strada alle Furie Rosse del tennis.

Ultimo aggiornamento: 14:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA