Internazionali Italia: buona la prima
per Sonego, Sinner e Paolini

Lunedì 14 Settembre 2020 di Claudia Faggioni
Giornata intensa in questa atipica edizione degli Internazionali Bnl d’Italia, tra ultimi match di qualificazione, primi turni, allenamenti e le numerose conferenze stampa pre-torneo. Parola ai big - da Djokovic a Nadal, passando per Fognini e Berrettini - che si sono avvicendati in sala conferenze per rispondere “virtualmente” alla stampa. Il primo a parlare è stato il serbo numero 1 del mondo, reduce dalla squalifica agli Us Open. “Non è facile passare velocemente dagli Stati Uniti a Roma, ma più tornei si giocano e meglio è per tutti” ha ammesso Nole, che punta alla quinta vittoria romana. “Affrontare Nadal rimane la sfida definitiva sulla terra battuta”. Proprio il re del rosso, che a Roma torna a giocare dopo sei mesi e mezzo di stop, lo ha seguito in conferenza stampa: “Mi sento bene. Roma è sempre entusiasmante, ma senza il pubblico non sarà la stessa cosa”. Il tifo del Foro Italico mancherà soprattutto al romano Matteo Berrettini, che non potrà nemmeno incontrare la sua famiglia. “È frustrante giocare in queste condizioni, ma ci adattiamo” ha affermato Matteo, protagonista in mattinata di un allenamento con Nadal. “Se penso alle partite disputate qui ho i brividi, e non poter giocare davanti al mio pubblico fa male. In campo, però, mi sento sempre meglio”. Obiettivo diverso per Fabio Fognini, reduce dal lungo stop e l’intervento alle caviglie. “Sono felice di essere tornato a competere, ma so di non essere al cento per cento. Sono uno dei tanti e non ho aspettative. Voglio sfruttare la fase finale del 2020 per preparare al meglio la prossima stagione”.

Per quanto riguarda il tennis giocato, da registrare i successi di Lorenzo Sonego, del talentino azzurro Sinner e di Jasmine Paolini, oltre a Cecchinato e Musetti che hanno conquistato un posto nel main draw superando l’ultimo turno di qualificazione e torneranno domani in campo per sfidare rispettivamente Edmund e Wawrinka. Attesi domani anche Elisabetta Cocciaretto (contro la romena Begu) e Salvatore Caruso (opposto allo statunitense Sandgren).   Ultimo aggiornamento: 21:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA