Torre del Greco capitale del match race: assegnati i titoli delle sfide one to one

In mare la flotta delle imbarcazioni della Regione Campania acquistate per l’Universiade del 2019

L'equipaggio vincitore
L'equipaggio vincitore
di Gianluca Agata
Lunedì 5 Dicembre 2022, 09:38 - Ultimo agg. 10:12
4 Minuti di Lettura

Luca Valentino del Circolo Velico Ravennate ed il suo equipaggio composto da Pietro Salvadego, Andrea Abbruzzese e  Fabio Boldrini  sono i neo  campioni italiani nella categoria open dei campionati italiani di match race conclusi a Torre del Greco

Mattia Cesana Fraglia della Fraglia Vela Riva con Alex Chignola, Giulio Compagnoni e Mattia Perfranceschi vincono invece il titolo U23 e Gaia Bolzonella del Circolo Vela Torbole con Gaia Tagliasacchi, Daphne Bertaiola e Aurora Riccadonna sono le campionesse femminili. 

La giornata finale, nonostante l’incertezza delle previsioni meteo, è iniziata con due ore di ritardo in attesa del vento, arrivato sul campo di regata con una brezza direzione 200° tra 8 e 10 nodi di intensità che ha consentito al Comitato di Regata di avviare alle 12 e 30 il programma delle finali.

I primi match sono stati tra l’equipaggio di Rocco Attili del Centro Velico 3V e l’equipaggio di Luca Valentino del Circolo Velico Ravennate ; quest’ultimo ha avuto la meglio conquistando il titolo e lasciando a Rocco Attili il secondo gradino del podio.

Gli altri match hanno poi completato il podio assoluto,  con il terzo posto andato all’equipaggio di Riccardo Sepe del Circolo Canottieri Aniene, con Giulia Sepe ed i campani Simone Taglialatela del CRV Italia e Gianluca Perasole del Circolo Nautico Torre del Greco.

Tra gli Under 23 sul podio con Mattia Cesana al secondo posto l’equipaggio di Giulio Tamburini del Centro Velico 3V, seguito dall’equipaggio femminile di Gaia Bolzonella del Circolo Vela Torbole. 

Durante la premiazione, nei saloni del Circolo Nautico Torre del Greco, con il presidente del Circolo Gianluigi Ascione sono intervenuti l’assessore allo Sport del Comune di Torre del Greco Giuseppe Speranza, il presidente di Zona Francesco Lo Schiavo e il presidente Federale Francesco Ettorre.

«Da secoli il mare rappresenta un essenziale punto di riferimento per la cultura locale di Torre del Greco-  ha dichiarato l’assessore Speranza - e lo sport velico è per la città un importante azione di valorizzazione della cultura marinara». 

Per il presidente della Federvela Francesco Ettore: «A Torre del Greco l’organizzazione del Circolo Nautico ed il coordinamento della V Zona, hanno garantito due bellissime giornate di vela  tecnicamente molto valide che hanno decretato, in questo finale di stagione davvero intenso, i nuovi campioni italiani».   

Per il consigliere delegato al Match Race Domenico Foschini: «La programmazione sportiva della Federazione con questo campionato di Torre del Greco ha fornito nuove opportunità ai giovani in una disciplina come quella del match race che deve essere sviluppata e promossa a livello centrale e zonale. La Federvela proseguirà nei programmi sportivi del match race sapendo di poter contare sulle capacità organizzative della vela campana». 

Il campo di regata di Torre del Greco, la flotta delle imbarcazioni della Regione Campania acquistate per l’Universiade del 2019 con gli ampi spazi del centro federale a disposizione della V Zona Fiv, sono stati i punti di forza di un evento che, in chiusura di stagione, ha confermato il valore della disciplina del  match race, un’occasione per tutti i giovani atleti che vogliono continuare l’attività di alto livello, valorizzando i loro sforzi e quelli dei tecnici e dei circoli di appartenenza.

Per Francesco Lo Schiavo presidente della V Zona: «Con l’appuntamento di Torre del Greco si chiude una  stagione di eventi nazionali intensa che ha visto il coinvolgimento di numerosi circoli, protagonisti dell’assegnazione di ben 26 titoli italiani, tra Salerno, Procida e Torre del Greco: un risultato importante che premia la fiducia avuta dalla federazione centrale e conferma l’attrattività della nostra organizzazione». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA