Vincenzo Ferri signore degli abissi:
a Procida a caccia dei -100 metri

Venerdì 30 Aprile 2021 di Gianluca Agata
Vincenzo Ferri

L'appuntamento è per l'8 e il 9 maggio a Procida quando Vincenzo Ferri cercherà di stabilire il nuovo primato italiano di immersione in apnea in assetto variabile senza attrezzi (Cmas). Ferri tenterà di raggiungere i 100 metri. «Sono molto emozionato per questo evento - afferma il 36enne di Napoli - Ho iniziato la mia vita apneistica proprio su quest’isola e mai avrei pensato di poter stabilire un record in queste acque partenopee. La magia di questa splendida isola mi darà l’energia per dare il meglio in questa nuova avventura. Ci vediamo l’8 maggio a Procida  capitale della Cultura 2022».

Attualmente il record è detenuto da un altro apneista campano, Massimiliano Musella, che, a ottobre 2015, nelle acque antistanti Punta San Pancrazio (Ischia) ha raggiunto la profondità di -73 metri. 

 

Ferri ha partecipato a 5 mondiali e 4 europei, classificandosi due volte secondo ai mondiali e una volta secondo in Europa. Ha conquistato tre terzi posti al mondo, tra cui l’ultimo nel 2019, in Honduras, dove è sceso a 98 metri in assetto costante con pinne, migliorando il precedente record italiano, da lui stesso detenuto, di 2 metri. Ha stabilito 4 record italiani e un record mondiale. Tuffi che possono superare i tre minuti di apnea. «È un viaggio per conoscere se stessi. Tantissima introspezione. Come l'apnea ci sono pochi sport. Se solo tu a 100 metri e la sola forza per risalire nelle gambe», il racconto di Ferri sulle emozioni che si provano negli abissi.

Ultimo aggiornamento: 18:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA