Avellino choc, Sidigas vende
le squadre di basket e calcio

Lunedì 1 Luglio 2019
La Sidigas s.p.a. ha deciso di mettere in vendita le due squadre di cui è proprietaria: la Scandone, impegnata nel massimo campionato di basket, e l' Avellino, neo promossa in Lega Pro. Sul tema si esprime anche il sindaco Gianluca Festa che, insediatosi da pochi giorni, è già alle prese con un problema non di poco conto.

«La priorità è salvare calcio e basket. Con grande senso di responsabilità, De Cesare (patron dell'azienda, ndr) a fronte della situazione della Sidigas s.p.a, ha dato disponibilità a cedere gratuitamente i due club. Va trovato un compratore, che abbia non solo la voglia di acquisirli insieme, ma anche una consistenza economica tale da poter garantire un futuro solido ai due club. C'è l'esigenza, l'obiettivo, di salvarli entrambi». Le trattative sono già cominciate, almeno nella loro fase preliminare e di interlocuzione. Alcuni imprenditori si sarebbero già fatti avanti, principalmente per la squadra di calcio, anche se la volontà manifestata da De Cesare sarebbe quella di cederle entrambe.

«Le trattative spettano alla società - sottolinea Festa. Aspetto che mi vengano presentate le varie opzioni perché, da primo cittadino, è giusto che sia a conoscenza del quadro generale. Cerchiamo imprenditori solidi, seri e che vogliano bene a questa città. Abbiamo due patrimoni sportivi da salvaguardare». La Sidigas si era aggiudicata l' Avellino calcio meno di dodici mesi fa, dopo la mancata iscrizione della squadra al campionato. L'ex amministrazione pentastellata di Vincenzo Ciampi, aveva premiato la proposta di  Gianandrea De Cesare, preferendola a quelle delle cordate guidate da Enrico Preziosi, patron del Genoa calcio, e dell'imprenditore locale ed ex parlamentare, Angelo Antonio D'Agostino. Il primo non sarebbe più interessato a prendere la squadra, mentre il secondo ci starebbe pensando. Chiaramente resta la volontà di Sidigas di cedere entrambe le società sportive.
Ultimo aggiornamento: 20:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA