Caso Corato, il Tribunale si riserva
la decisione sulla Scandone Avellino

Giovedì 5 Marzo 2020 di Giovanbattista La Rosa
Il caso Corato sta arrivando lentamente al suo epilogo. Il conto non è ancora stato presentato, perché il Tribunale Federale si è riservato il giudizio, che arriverà nei prossimi giorni. L'organo di giustizia avrà il compito di sciogliere le riserve sul ricorso presentato da Corato, per il mancato rimborso ricevuto in occasione del recupero della settima giornata d'andata del campionato di serie B disputata il 27 novembre scorso al DelMauro e per cui la Procura Federale il 10 febbraio fa ha deferito la Scandone Avellino ed il suo rappresentate legale.
La società è stata accusata di aver violato l'articolo 2 del regolamento di giustizia, obbligo di lealtà e correttezza e l'articolo 44 responsabilità oggettiva. In sostanza si ritiene che la Scandone abbia commesso un illecito. Ieri la società biancoverde rappresentata dal liquidatore Luciano Basile e da Angelo Zuccardi, in qualità di legale, si è presentata a Roma davanti la Corte Federale. Gli irpini hanno prodotto ulteriori memorie difensive, sperando di convincere l'organo competente ad esprimersi a favore del club di via zoccolari.
Il Tribunale ha richiesto ulteriori chiarimenti al club avellinese, che ora attende la decisione. La sentenza arriverà nei prossimi giorni, almeno così fanno intendere i dirigenti avellinesi, i quali sono aperti a qualunque tipo di verdetto. C'è un minimo di ottimismo, ma se il provvedimento dovesse essere negativo, il Giudice Sportivo assegnerà il 20-0 a tavolino a favore del Corato. Se fosse così, la società irpina potrebbe rischiare anche una penalizzazione in termini di punti, come previsto dal regolamento. Questo nella peggiore delle ipotesi, perché il club di via zoccolari ha presentato nella documentazione tutte le attenuanti del caso. La società ovviamente valuta il piano B. In caso di sentenza negativa si sta pensando di impugnare il verdetto del Tribunale Federale. Questa decisione presuppone un ulteriore spreco di risorse economiche. Mentre i dirigenti irpini attendono il verdetto, la squadra continua ad allenarsi sul campo del PalaDelMauro. Coach De Gennaro sta preparando la gara contro la Pallacanestro Nardò che si giocherà sabato alle 20.30 sul parquet avellinese a porte chiuse.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA