Erkmaa torna ad allenarsi,
ma a gennaio lascerà la Scandone

Sabato 28 Dicembre 2019 di Giovanbattista La Rosa
Sono tornati ieri a calcare il parquet i cestisti della Scandone. In campo non si sono visti nè De Leo, nè Bianco, out per affaticamento, mentre è stato riaggregato alla rosa Hugo Erkmaa. Il cestista estone resterà in maglia avellinese fino al 5 gennaio, giocherà le gare contro Pozzuoli e Valmontone, poi verrà lasciato a Napoli. Il caso si chiude per la Scandone nel modo migliore. Tanto rumore per nulla verrebbe da dire. «Stiamo svolgendo tanto lavoro fisico dichiara Bruno Ondo Mengue ci sono tante partite impegnative da dover affrontare, dobbiamo fare del nostro meglio e bisogna cercare di fare qualche cosa di più». Il tuttofare della Scandone ha ragione, perché c'è una classifica da scalare ed una gara da recuperare. Questa volta contro Pozzuoli, sfida in programma lunedì 30 alle 20 in trasferta. Un match da vincere per gli irpini, sempre in attesa che la Fip omologhi la gara del 27 novembre con Corato. Ad oggi la Federazione non si è pronunziata e non lo farà sino al termine delle festività. Il nuovo anno potrebbe restituire i due punti, mentre coach De Gennaro spera che si possa finalmente agire sul mercato per rafforzare l'organico che, con la perdita di Erkmaa a gennaio, avrà un uomo in meno nelle rotazioni. Lunedì c'è Pozzuoli, ma è questo soltanto il primo match di una serie di gare fondamentali per gli avellinesi. Dopo il recupero si andrà il 5 gennaio a giocare a Valmontone, formazione esperta ed in grado di ingranare dopo un avvio balbettante, poi la prima del girone di ritorno vedrà Avellino sfidare in casa Scauri. All'andata vinsero i laziali, che verranno in Irpinia forti dei 2 punti di vantaggio e di una differenza canestri di 15 punti a proprio favore. Avellino deve accelerare iniziando a trovare continuità di rendimento e risultati. Alla ripresa delle ostilità il gruppo ha ritrovato Erkmaa, per la serenità dello staff tecnico, che ora sa di poter affrontare alla pari il prossimo incontro. «Nel caso perderemo un giocatore importante», ammette Bruno Ondo Mengue, che cerca di guardare l'aspetto positivo della cosa. «Se da un lato faremo a meno di un ragazzo con tanto talento ed atletismo, dall'altro ci sarà la possibilità di guadagnare qualcosa dall'energia di altri compagni disposti a mettersi a disposizione della Scandone. Senza Erkmaa hanno chance di calcare il campo Bianco e Cherubini, che non hanno demeritato». Lo sport come la vita è fatta di scelte, più o meno o giuste, Erkmaa, dal suo punto di vista, ha fatto ciò che era giusto per lui, fondamentale nelle prossime due gare sarà la professionalità del ragazzo. Mentre l'estone lascerà Avellino, Ondo Mengue giura fedeltà al biancoverde. «Personalmente ho portato sempre a termine le stagioni con la stessa maglia e questa situazione attuale la tengo particolarmente a cuore». Una dichiarazione d'amore da parte del cestista pisano nei confronti della società irpina, che tra una difficoltà e l'altra è riuscita in ogni caso ad arrivare alla fine del girone d'andata ed è in lotta per la salvezza. Ondo Mengue pensa positivo guardando al cammino della formazione avellinese ed ai progressi compiuti nel corso della stagione. «Contro Matera abbiamo perso mollando soltanto nel finale, contro una squadra obiettivamente più forte. Peccato, perchè ci credevamo tanto e avremmo meritato di vincere. Siamo un ottimo gruppo, stiamo bene insieme e questa è per ora la nostra forza». Ultimo aggiornamento: 11:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA