Gevi Napoli schiacciasassi:
annichilita Capo d'Orlando

Giovedì 31 Ottobre 2019 di Stefano Prestisimone
Fa subito il bis e stravince la Gevi Napoli (79-46), spaventa quasi per la forza e la sicurezza che esprime, distrugge letteralmente una signora avversaria come Capo d’Olrando, con 4 punti in classifica e reduce da due vittorie in fila. Basti dire che Sacripanti, l’artefice della trasformazione di una squadra che però, evidentemente, tanto male non era, si è permesso il lusso di tenere in panchina a lungo il primo quintetto e i due americani seduti per un quarto e mezzo. Ora appuntamento a domenica prossima con la partita di Trapani. Partenza impressionante di Napoli, gli azzurri schiacciano letteralmente Capo d’Orlando con un 20-2 fatto di contropiedi, azioni spettacolari e triple che fanno spellare le mani al pubblico napoletano.  I siciliani sbandano paurosamente, la Gevi  va sul 25-7 con un Roderick pauroso, capace di fare letteralmente tutto sul campo. Sacripanti ruota gli uomini, Roderick, sempre lui, fa un canestro da cineteca con galleggiamento e “lacrima” alla Navarro, roba da palati finissimi. E a metà gara il punteggio è 43-28. Si ricomincia così come era finita, Sherrod annienta un ex Nba come Bryce Johnson, costringendo.o ad uscire con 4 falli,  arriva il massimo vantaggio (50-28) , poi il 52-28. Dincic, appena entrato, segna 5 punti in un attimo, oltre a rimbalzi e palle recuperate. Si arriva sul +35 che mortifica i siciliani, Guarino è assatanato e Sacripanti gioca a lungo e con eccellenti risultati, con Roderick, Sherrod, Chessa, Monaldi in panchina. Il vantaggio tocca le 41 lunghezze, i siciliani sono annichiliti, mentre entra anche Klacar. Alla fine è tripudio.
 
 
  © RIPRODUZIONE RISERVATA