Gevi stende Treviso, prima vittoria;
Sacripanti: «È una grande giornata»

Domenica 10 Ottobre 2021 di Stefano Prestisimone
Gevi stende Treviso, prima vittoria; Sacripanti: «È una grande giornata»

A questa Gevi mancava poco per essere pronta a giocarsi alla pari le sfide in A e contro Treviso è arrivata la conferma. Dopo le sconfitte ma con prestazioni tutto sommato incoraggianti contro Milano e Reggio Emilia ecco la gran vittoria (82-70), con partita sempre condotta, a parte i primi minuti. Due punti d’oro prima di una trasferta delicata e importante contro Brescia, squadra di fascia medio-bassa e un morale ora alle stelle. Pubblico numeroso e entusiasta, con un calore davvero strepitoso.

Un match conquistato con una gran difesa, una feroce determinazione, sei uomini doppia cifra e un Jason Rich (nella foto di Luca Olivetti) in più nel motore. Il talento di Pensacola, Florida, è l’uomo che mancava, il ‘go to guy’, capace di costruirsi il tiro dal palleggio in ogni situazione. Per lui 14 punti e 7 assist in 25’. Evidentemente era solo una questione di tempo dopo i 18 mesi di stop e l’annunciato ritiro del 2020. Non appena ha riacquistato una forma decente le sue qualità sono riemerse in maniera prepotente. Bene Parks (13 e 7 rimbalzi), Elegar (11 e 8), Zerini (10 punti preziosi), poi McDuffie a 12, Velicka 12 con il suo apparente andamento lento. Ma tutti hanno portato il loro mattoncino alla causa.

In avvio non c'è il sold out visto con l'Armani ma sui 1400 disponibili sono occupati 1200 posti. Atmosfera calda, la posta in palio per Napoli è alta ma Treviso parte sparata: 2-10 in 4'. Parks sbatte contro il muro difensivo ospite, Mayo non prende il ferro. Poi un canestro di Rich sblocca la Gevi che risale prima a -3 (7-10), poi passa (14-12) con un 12-2 di parziale trascinata da Rich e McDuffie, autore di una spettacolare stoppata che incendia il Palabarbuto. Rich esce con 2 falli, primo quarto 14-15.

Con Zerini arriva il +4 e il coach trevigiano Menetti si rifugia in time out. La Gevi resta al comando, mentre Sacripanti ha già ruotato tutti e 10 gli uomini. Sul 23-17 c'è il secondo fallo di Elegar ma Zerini che lo sostituisce è di nuovo prezioso: tripla e massimo vantaggio sul 28-20. Sims, che in Supercoppa aveva dominato nell'area, subisce la difesa aggressiva e segna i primi punti a metà secondo quarto. Anche Velicka segna punti pesanti mentre dall'altra parte a tenere Treviso a galla c'è solo Bortolani. Uglietti, impavido, subisce sfondamento mentre Velicka segna dai 6,75 il 35-27 di metà gara.

Alla ripresa arriva il massimo vantaggio (38-27) con un gioco da 3 punti di Elegar, che poco dopo fa un fallo inutile su Sims, il terzo della sua partita. Rich sale in cattedra, segna da 3 e da 2 e sulla sua spinta la Gevi conserva ampio margine (51-37). Un paio di attacchi sbagliati consentono un mini recupero degli ospiti. Un super assist di Rich per Zerini rilancia Napoli e una triplissima di Velicka completa il lavoro (58-45 al 30’). I trevigiani fallo l’ultimo sforzo per rientrare in partita ma un tecnico a coach Menetti per proteste e una tripla di Marini scavano un abisso (64-47 a 7’ dalla fine). Ma due antisportivi incomprensibili dato il momento a Velicka e McDuffie, riportano in corsa la Nutribullet (66-57). E allora ci pensa Rich con una magia in uno contro uno a svegliare i suoi. Ma non è finita, Treviso spreca la chance del -7, Parks infila una tripla preziosa e nel finale Napoli deve solo controllare.

Sacripanti nel dopo gara: “Oggi è un giorno importante per la pallacanestro a Napoli. Abbiamo ottenuto la prima vittoria in serie A dopo tanti anni. Voglio ringraziare la mia squadra, il mio staff tecnico, il Ppesidente e tutta la proprietà. Stiamo migliorando giorno dopo giorno, abbiamo fatto una settimana di allenamenti molto intensi e questo si è visto stasera.  Già nelle prime partite avevamo fatto vedere buone cose, mi è dispiaciuto perdere con Reggio Emilia nonostante la buona prestazione. Oggi abbiamo avuto buone letture difensive, ottima circolazione di palla e una grandissima intensità. Dobbiamo continuare a migliorare, ma sono davvero contento di questa vittoria. Grazie anche ai nostri tifosi, al palazzetto si è respirato un clima bellissimo.“

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA