La Givova Scafati crolla contro Udine:
addio sogno di finale in Coppa Italia

Sabato 3 Aprile 2021 di stefano prestisimone
La Givova Scafati crolla contro Udine: addio sogno di finale in Coppa Italia

Svanisce il sogno di finale di Coppa Italia per Scafati, sconfitta in modo netto da Udine per 72-51. Sfida controllata della squadra friulana, agevolata dai tanti errori in attacco commessi dagli scafatesi, le cui percentuali di tiro (15% da tre e 38% da due) sono state nettamente al di sotto delle medie abituali,forse anche per la stanchezza della prima sfida contro Torino, molto impegnativa. E’ stata la più classica delle giornate storte, condita poi dall’infortunio subito da Marino (nella foto) ad inizio secondo quarto, che lo ha costretto ad abbandonare anzitempo il parquet.

Coach Alessandro Finelli: "Siamo delusi ed arrabbiati perché non ci aspettavamo una simile prestazione. Siamo stati totalmente l’opposto del giorno precedente. Abbiamo sofferto tantissimo l’atletismo, la fisicità, la capacità di chiudere l’area e l’aggressività sui nostri tiratori sfoderate da Udine, la cui difesa ha fatto la differenza. Non siamo riusciti a scardinarla, complice una serata infelice dall’arco, perché tirando col 15% abbiamo perso fiducia in attacco. Ne è venuta fuori una partita mediocre, nella quale si è visto anche un atteggiamento che non ci appartiene e che non si vedeva dalla trasferta a Forlì: è da allora che non vedevo la mia squadra così spenta e remissiva. Ci è mancata la lucidità e questa è una cosa tutt’altro che positiva, perché nelle difficoltà dobbiamo continuare a combattere, restando uniti e dentro la partita. Il secondo quarto è risultato fatale, perché in quei dieci minuti si è creato un gap importante che poi non abbiamo più saputo colmare. Avremmo avuto bisogno di migliori percentuali al tiro e di una faccia più energica. Tutto ciò che è andato bene ieri, è invece andato male oggi. Complimenti a Udine, perché ha giocato una grande partita. Marino? Ha avuto le stesse sensazioni dell’infortunio patito a Ravenna, quando si è fratturato l’alluce, ma attendiamo gli esami del caso per valutare le cose con la dovuta calma".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA