JuveCaserta al rush finale
obiettivo: l'undicesimo posto

Martedì 18 Febbraio 2020 di Salvatore Cavallo
La 24ª giornata del girone Est della serie A2 non ha provocato scossoni nella zona rossa della classifica. I risultati delle partite, infatti, sono stati in linea con i pronostici e, come preventivato anche in considerazione dell'assenza di Giuri, la Juvecaserta non è riuscita a sbancare Mantova. I bianconeri hanno retto solo per metà gara, andando all'intervallo lungo in parità grazie ad un ottimo secondo quarto. Alla distanza, tuttavia, è emersa la superiorità degli uomini di Finelli che hanno dominato nell'area colorata catturando 53 rimbalzi contro i 32 casertani, grazie anche ad un Lawson capace di arpionare ben 17 palloni in alta quota. Poi la difesa lombarda ha letteralmente sbarrato la strada verso il canestro alla Juvecaserta che ha chiuso con appena 66 punti, tirando con il 47% da due ed il 22% da tre; la differenza nella valutazione (95-63) è lì a testimoniare in maniera ineluttabile il divario di prestazioni offerte dalle due contendenti.
L'OBIETTIVO
In casa Juvecaserta, tuttavia, si è già voltata pagina e si guarda al rush finale delle ultime due giornate di campionato che determineranno la classifica finale e, soprattutto, il calendario della fase ad orologio. I bianconeri puntano a chiudere almeno all'undicesimo posto per poter avere un percorso, almeno sulla carta, meno tortuoso nella seconda fase. Il regolamento prevede che ogni squadra affronti in casa le 3 squadre che seguono in classifica ed in trasferta le 3 che precedono; pertanto se Caserta dovesse arrivare in 11ª posizione ospiterebbe sul parquet del Palamaggiò la 12ª 13ª e 14ª classificata mentre andrebbe a far visita all'8ª, 9ª e 10ª. Gli ultimi 80 minuti di stagione regolare saranno quindi determinanti per poi tuffarsi nelle 6 sfide senza domani che, per quanto riguarda la compagine casertana, determineranno la squadra retrocessa in serie B nonché i due team che dovranno passare per le forche caudine dei playout per evitare di dover lasciare la A2. Ad oggi il discorso retrocessione sembra riguardare ben 7 squadre ovvero quelle comprese nella forbice tra 14 e 20 punti.
IL CALENDARIO
Guardando il calendario, senza volersi avventurare in pronostici, c'è da osservare che la Juvecaserta vincendo una delle ultime due sfide, chiuderebbe a 20 punti e potrebbe anche riuscire a centrare l'obiettivo dell'11° posto. Caserta sfiderà nel posticipo di martedì 25 febbraio (ore 20.30) al Palamaggiò Ferrara mentre chiuderà la regular season a Milano. Nel mirino casertano ci sono principalmente Montegranaro e Piacenza che sono attese da impegni piuttosto complicati. I marchigiani, che vantano il 2-0 nei confronti diretti con Giuri e compagni, affronteranno Verona in trasferta e Ravenna in casa; i piacentini (20 punti), che invece hanno lo 0-2 con Caserta, ospitano Forlì e poi si recheranno a San Severo. A quota 20 punti in classifica ci sono Imola, che sfiderà Orzinuovi in casa e Forlì in trasferta ma può vantare il 2-0 nei confronti degli uomini di Gentile, nonché San Severo (1-1 con Caserta), che si recherà ad Udine e poi ospiterà Piacenza. Non vanno, infine, dimenticate le inseguitrici Orzinuovi e Roseto, distanti 4 punti ma che potenzialmente possono ancora operare l'aggancio ai danni della Juvecaserta. La parità con i bresciani sarebbe favorevole ai casertani in virtù del 2-0 ma pericolosissimo con i rosetani che hanno battuto due volte la band bianconera. Infine questa settimana dovrebbe finalmente arrivare la decisione sul ricorso proposto dalla Juvecaserta sul blocco del mercato per la presunta connessione tra il vecchio ed il nuovo club.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA