JuveCaserta contro Forlì:
mission (im)possible

Sabato 1 Febbraio 2020 di Salvatore Cavallo
Nel prossimo turno di campionato la Juvecaserta si troverà davanti una montagna da scalare e tornare a conquistare quel successo che manca da ben quattro giornate non sarà per nulla facile. I bianconeri sono chiamati, infatti, a compiere un'autentica impresa contro una Forlì con il vento in poppa di cinque vittorie consecutive e di un 2020 immacolato, caratterizzato da un percorso inarrestabile. Dopo il doppio ko in rapida successione in casa della capolista Ravenna e addirittura davanti al pubblico amico contro la matricola nonché ultima della classe Orzinuovi, la compagine allenata da Sandro Dell'Agnello ha trovato la quadratura del cerchio, infilando un pokerissimo di successi.
Ma la Juvecaserta si trova in una situazione in cui non può soffermarsi a pensare più di tanto a chi trova sul suo cammino; indipendentemente dal livello dell'avversario, infatti, Caserta deve andare a caccia della vittoria perduta e mettere in cascina altri due punti. L'ultima affermazione dei bianconeri risale al 5 gennaio poi, nonostante delle prestazioni comunque di buon livello, i bianconeri sono sempre rimasti a bocca asciutta.
Così, complici anche i risultati positivi delle tre inseguitrici San Severo, Roseto e Orzinuovi, la classifica è diventata quanto mai preoccupante e le squadre in lotta per non retrocedere (in 12ª, 13ª e 14ª posizione) sono pronte a saltare addosso agli uomini di Nando Gentile. Capitan Giuri e compagni hanno ormai appena 2 punti di vantaggio sui pugliesi (ai quali renderanno visita giovedì prossimo), 4 sugli abruzzesi e 6 sui lombardi. A dare forza al gruppo casertano c'è la consapevolezza che, a eccezione della sfida contro Ravenna, la Juvecaserta è sempre riuscita a giocarsela fino in fondo e magari con un pizzico di fortuna e di lucidità in più avrebbe anche potuto conquistare il successo. Inoltre trapelano indiscrezioni su una tregua tra Nando Gentile e Seth Allen, con la guardia americana che non solo si sarebbe allenata con regolarità ma avrebbe anche lavorato con un'intensità e una carica probabilmente mai viste sinora. La sfuriata dell'allenatore e l'ammutinamento dello statunitense sembrerebbero essere state messe in secondo piano per concentrarsi solo sulla salvezza da conquistare.
L'auspicio di tutti, dirigenti, allenatore, giocatori e naturalmente tifosi, è che contro Forlì Seth Allen torni ad indossare la sua canotta numero 4 e scenda sul parquet per dare quel contributo che indiscutibilmente è mancato nelle ultime gare. La sfida contro gli uomini di Sandro Dell'Agnello dovrà vedere il team di Gentile disputare una partita ai limiti della perfezione, partendo da una difesa aggressiva e capace di arginare il secondo attacco del campionato. Forlì, infatti, produce 81,5 punti per allacciata di scarpe, tirando con il 55% da due (1ª), il 32% dall'arco dei 6,75 ed il 75% dalla linea di tiro libero. Anche la front line bianconera creerà non pochi grattacapi all'ex Dell'Agnello, visto che Caserta segna 78,9 punti per gara.
A dirigere il confronto (palla a due alle 18) la terna arbitrale formata da Duccio Maschio di Firenze, Marco Rudellat di Nuoro e Lorenzo Grazia di Bergamo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA