Missione Juvecaserta: stasera
riuscire a «violare il Palamaggiò»

Mercoledì 20 Novembre 2019 di Salvatore Cavallo
«Violare il Palamaggiò». Con questo imperativo stasera Giuri e compagni scenderanno sul parquet amico (palla a due alle 20,30) per andare a caccia del primo successo casalingo della stagione.
Nelle tre gare disputate sinora davanti ai suoi tifosi la Juvecaserta ha sempre dovuto cedere il passo all'avversario di turno e l'impianto di Pezza delle noci è diventato terreno di conquista. Ma contro San Severo i bianconeri vogliono invertire la rotta e raccogliere i primi 2 punti in casa. «San Severo è sicuramente una delle sorprese di questa A2. Una squadra quadrata afferma Nando Gentile che fin da subito ha trovato un proprio equilibrio, esprimendo una pallacanestro frizzante fatta di tanta corsa e tiro da tre punti». Il club pugliese ha iniziato il campionato con 4 vittorie in 5 turni ma nelle ultime 3 uscite ha subito altrettante sconfitte (2 in casa). Così sui legni del Palamaggiò i ragazzi di coach Damiano Cagnazzo proveranno a stoppare la serie negativa.

LEGGI ANCHE Juvecaserta vicina alla crisi di nervi: «Ma crediamo in coach Gentile»

«Dovremo essere molto attenti in difesa per arginare un giocatore come Demps che ha quattro ruote motrici al posto delle gambe e fare un gran lavoro sul perimetro per abbassare le percentuali da 3 punti» sottolinea Nandokan ponendo l'accento sull'aspetto difensivo, una delle chiavi del successo a Forlì. Per la sfida con San Severo, valida per la 9ª giornata di andata della regular season, la Juve spera di recuperare la guardia Seth Allen ed il pivot Marco Cusin; le possibilità di vedere i due giocatori sul parquet sembrano in aumento ma per entrambi una decisione sarà presa solo a poche ore dalla palla a due. Considerando che sabato prossimo Caserta tornerà in campo per la delicata sfida salvezza del Palageorge contro Orzinuovi, in casa bianconera non si vuole correre il rischio di un peggioramento della situazione. «Al di là di quelle che sono le nostre condizioni fisiche conclude Gentile andiamo sempre in campo per vincere imponendo la nostra pallacanestro e speriamo di rompere finalmente il ghiaccio al Palamaggiò». D'altronde la vittoriosa trasferta forlivese ha dimostrato come questa Juve abbia la capacità di lottare e di gettare il cuore oltre l'ostacolo anche in situazioni di emergenza. Una delle note più positive di questo primo scorcio di stagione per la Juvecaserta è Paolo Paci che anche a Forlì ha dato un prezioso contributo nella lotta sotto canestro. Il pivot ex Salerno, nell'ammonire sulla voglia di riscatto di San Severo perché reduce da una sconfitta interna, sottolinea che «la formazione pugliese, ad oggi, è in zona playoff e basa molto il suo gioco su Demps e Kennedy. San Severo ha un buon gruppo di italiani tra cui Saccaggi, che lo scorso anno vinse il campionato a Roma, ottimo tiratore dal lungo raggio». Guardando in casa Juve Paci aggiunge che «per noi sarà una partita molto importante per cercare un po' di continuità dopo una grande vittoria di squadra a Forlì, così da espugnare il Palamaggiò».
Sebbene sia arrivato solo da qualche mese all'ombra della reggia, Paci conosce molto bene quanto il sostegno della torcida bianconera possa essere determinante. «Proprio per questo, anche a nome dei miei compagni, continuo a chiedere grande affluenza al palazzetto e sostegno in modo da far diventare casa nostra un inferno per gli avversari» conclude il lungo della Juvecaserta.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA