Nevola con la JuveCaserta:
«Ko, ma a testa alta»

Martedì 28 Gennaio 2020 di Salvatore Cavallo
Tanta amarezza in casa bianconera all'indomani della quarta sconfitta consecutiva in campionato. Con una partenza sprint la Juvecaserta, sospinta da un ispirato Marco Giuri, aveva preso saldamente in mano il controllo del confronto; ma con il passare dei minuti la squadra di Nando Gentile ha pagato un tributo altissimo alle rotazioni ridotte all'osso e così, dopo il veemente ritorno di Imola, nel rush finale ai casertani sono letteralmente mancate le energie per completare l'opera.
La Juvecaserta ha affrontato l'Andrea Costa con gli uomini contati visto che, all'addio di Sousa di qualche settimana fa, si è aggiunta l'assenza di Seth Allen mentre Mirko Turel, colpito dall'influenza, era in panchina per onor di firma. «La squadra ha fatto una buona partita e questo sicuramente ci conforta» afferma l'amministratore unico Antonello Nevola. In effetti Giuri e compagni sono usciti a testa alta dal parquet, consci di aver dato tutto; purtroppo spremere come limoni 4 uomini, tutti costretti a restare in campo oltre 37' (Hassan addirittura 40'), ha fatto pagare un conto salatissimo a Caserta negli ultimi 2 giri di lancette della sfida. «La classifica sicuramente non è ottimale riprende Nevola ma saranno molto importanti le prossime tre gare in quanto affrontiamo in casa Forlì, quindi andiamo a San Severo e poi di nuovo al Palamaggiò per ospitare Orzinuovi».
Sarà un trittico di gare da vivere tutto d'un fiato nel breve volgere di una settimana, con la trasferta in terra pugliese che si disputerà giovedì 6 febbraio in occasione del turno infrasettimanale. Per queste tre sfide, due delle quali decisive in chiave salvezza essendo scontri diretti, sarebbe fondamentale poter contare anche su un Seth Allen mentalmente presente e determinato a fornire il suo contributo alla causa. «Non è impossibile recuperarlo sottolinea ancora il dirigente bianconero ma certamente sta al giocatore fare un passo nei confronti della squadra. Noi auspichiamo che tutto si possa risolvere per il meglio». Non sarà facile ricomporre la frattura tra la guardia americana e coach Gentile; probabilmente poi ci saranno da superare anche i problemi con l'intera squadra che non ha certamente gradito l'ammutinamento di Imola ed anche tanti altri atteggiamenti avuti dallo statunitense. Al momento, tuttavia, il problema per il club di Pezza delle noci è rappresentato dal blocco del mercato in entrata imposto dalla Fiba per l'ipotizzata connessione tra l'attuale compagine societaria e la Juvecaserta Basket srl. «Si avranno novità ai primi di febbraio. La Fiba fa un'interpretazione errata arringa Nevola che non trova alcun riscontro legislativo e per questo siamo certi di essere nel giusto. Questa interpretazione della Fiba potrebbe diventare un precedente molto pericoloso; nelle piazze in cui si perde una squadra, infatti, non sarebbe più possibile fare basket senza incorrere in problematiche che nulla hanno a che vedere con le nuove realtà che nascono». I precedenti, in particolare quello recente della Fortitudo, lascerebbero ipotizzare un esito favorevole del ricorso presentato dal club bianconero.
Nonostante il blocco dei tesseramenti di nuovi atleti, la Juvecaserta starebbe in ogni caso scrutando l'orizzonte del mercato visto che, oltre alla problematica Seth Allen, c'è stata la risoluzione del contratto con Dimitri Sousa. Inoltre, alla luce dell'andamento della stagione, è evidente che potrebbe servire un innesto per avere una freccia in più per centrare la salvezza. Al riguardo Antonello Nevola non fa mistero che «sicuramente se avessimo avuto il mercato libero in queste settimane avremmo potuto muoverci diversamente. Al di là di Allen e Sousa si sarebbero potute fare alcune valutazioni».
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA