Scandone Avellino, Ondo Mengue
in Nazionale, però domenica torna

Giovedì 20 Febbraio 2020 di Giovanbattista La Rosa
In attesa di capire da dover ripartirà il basket avellinese la prossima annata, con la possibilità di rivedere la serie A2 attraverso l'impegno di imprenditori ed ex dirigenti locali e con qualche altra cordata interessata a restituire al basket irpino una certa dignità, c'è per la Scandone Avellino un campionato di serie B da portare a termine. I biancoverdi hanno messo nel mirino la salvezza e delle prossime 8 gare ben cinque si giocheranno in casa, mentre tre saranno disputate lontano dal DelMauro contro Cassino, Bisceglie e Matera. In una situazione di classifica complicata la squadra è pronta ad affrontare Sant'Antimo in un derby delicato. All'andata Avellino se la giocò alla pari, mollando solo nel finale come spesso accaduto in stagione. E' a rischio la presenza di Bruno Ondo Mengue nel prossimo match di campionato. Il cestista biancoverde ha lasciato il capoluogo irpino per rispondere alla convocazione della Guinea Equatoriale. La rappresentativa parteciperà alle qualificazioni per Afrobasket 2021. Il team di Ondo Mengue affronterà venerdì e sabato nel raggruppamento in programma nel palazzo dello sport di Yaoundè le selezioni del Camerun e della Costa D'Avorio. Con un programma così intenso appare complicato vedere il ragazzo in campo già domenica durante il derby. La società avellinese, che non ha richiesto lo spostamento dell'incontro pur avendone facoltà, lavora per permettere al cestista di rientrare immediatamente dopo la gara in programma con la Costa D'Avorio, prevista per sabato alle 14.30 orario locale. La Scandone ci spera e coach Gianluca De Gennaro resta in contatto con Ondo Mengue, per valutare assieme all'atleta un suo eventuale impiego domenica pomeriggio. Già il mese scorso il cestista afro-italiano volò in Nuova Guinea per rispondere alla convocazione della Nazionale. Il cestista avrebbe dovuto saltare la gara in programma con la Stella Azzurra, invece, in extremis riuscì ad andare a referto. Il tecnico attende buone notizie, consapevole che l'assenza del cestista potrebbe in ogni caso pesare sull'economia del gioco avellinese. Ondo Mengue in Irpinia sta disputando la sua migliore stagione in B. Con 12.7 punti di media è il miglior realizzatore della Scandone. Domenica scorsa sul campo di Corato è stato tra i migliori e non solo per i 18.0 punti realizzati. La sua versatilità e disponibilità gli hanno consentito di ricoprire lo spot di ala forte, ruolo in cui ha trovato una sua dimensione. L'eventuale assenza di Ondo Mengue potrebbe riportare Vladimir Rajacic in quintetto. Il giovane cestista slavo è chiamato a compiere un salto di qualità, coach De Gennaro gli darà fiducia nella posizione di ala piccola, mentre nel quattro verrà rispolverato Peppe De Leo. Il pugliese tra infortunio e poco utilizzo ha visto poco il campo nell'ultimo periodo. Lontano dal parquet il sindaco Festa è convinto si possa garantire lunga vita e prosperità allo storico sodalizio biancoverde. Il primo cittadino ritiene che a fine stagione la società sarà ripulita dei debiti sportivi. Rimarranno le pendenze con l'erario, ma la Sidigas dovrebbe assorbirle nel momento in cui ci sarà l'approvazione dell'atteso piano di ristrutturazione di cui al momento non vi è traccia. I legali dell'azienda partenopea stanno ultimando le procedure per la cessione di Sidigascom al player emiliano Iner, che ha manifestato interesse all'acquisto.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA