Scandone, il liquidatore Basile
batte cassa con gli ex soci

Martedì 14 Gennaio 2020 di Giovanbattista La Rosa
Giorni di riposo per la Scandone Avellino. Coach De Gennaro ed i suoi ragazzi si stanno godendo un po' di relax dopo le fatiche di queste ultime settimane. Il successo ottenuto domenica contro Scauri non cambia la sostanza della classifica, ma aiuta a vedere le cose con una diversa ottica. Gli allenamenti riprenderanno mercoledì, per preparare la gara del 22 gennaio contro la Stella Azzurra Roma. Se la squadra si concede un break, il liquidatore Luciano Basile non si ferma. Dopo aver incontrato giovedì scorso dipendenti ed ex dipendenti del club, il consulente ha iniziato a reperire risorse per consentire alla Scandone di chiudere la stagione senza ulteriori disagi. Pagare i lodi prima del 30 giugno rappresenta la priorità, così da evitare la perdita dell'affiliazione alla FIP. Il liquidatore è in una fase di recupero crediti. In attesa di vedere la Sidigas presentare il piano di ristrutturazione, in teoria il 15 dovrebbe esserci un primo passo, Basile è andato a bussare alla porta degli ex soci della S.p.A. Alcuni si sono mostrati immediatamente disponibili, versando le quote richieste, mentre con altri ex azionisti si sta dialogando per raggiungere un accordo economico. In giornata il delegato del club ha in programma un incontro con alcuni degli ex soci e già oggi potrebbe venire a capo della situazione. Si tratta di una cifra cospicua, che assieme a nuove sponsorizzazioni ricercate dallo stesso Basile potrebbe consentire al club di via zoccolari di fare cassa. Nel frattempo le spese correnti saranno pagate, non soltanto stipendi e rimborsi a giocatori e staff tecnico, ma anche le tasse. Il 21 ci sarà una nuova rata Fip e la Scandone non si farà trovare impreparata. Si sta già lavorando per il bonifico da far pervenire nelle casse della federazione. Se il liquidatore riuscirà a riempire il portafoglio del club biancoverde ci potrebbe essere l'opportunità di pagare i lodi e ritornare sul mercato, regalando così a coach Gianluca De Gennaro quei giocatori necessari per raggiungere la salvezza sul campo. L'eventuale ritorno sul mercato, essendo operazione straordinaria, dovrà ricevere il via libera da parte del custode giudiziario Baldassarre. Chiaramente, oggi, la compravendita di giocatori continua a restare una teoria, perché la società non ha al momento le risorse necessarie. Sui lodi si sta muovendo anche il sindaco Festa. Il primo cittadino da giorni dialoga con il legale dei creditori, l'avvocato Giovanni Allegro, con cui c'è ormai una certa confidenza avendo già in passato presentato azioni legali contro il club avellinese. Società impegnata anche nei tribunali della federazione. Nei prossimi giorni si aspetta venga definitivamente sbloccata la vicenda Corato. La Fip non ha ancora scongelato i due punti ottenuti il 27 novembre contro i pugliesi. L'avvocato Angelo Zuccardi nelle scorse settimane è stato nella sede della federazione a Napoli, dove ha incontrato il sostituto procuratore. Il legale irpino ha spiegato i fatti, mostrando la ricevuta di avvenuto pagamento effettuato il giorno stesso dell'incontro. All'appuntamento erano assenti i rappresentanti di Corato, che nei prossimi giorni dovrebbero essere convocati dalla Procura. L'avvocato Zuccardi resta in attesa di comunicazioni e nel fine settimana la Scandone spera di ricevere riscontri positivi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA