Gevi illude ma crolla a Reggio Emilia,
Sacripanti: «Perdere così fa male»

Domenica 3 Ottobre 2021 di Stefano Prestisimone
Gevi illude ma crolla a Reggio Emilia, Sacripanti: «Perdere così fa male»

Partita double face per la Gevi Napoli che gioca due quarti e mezzo sontuosi a Bologna contro Reggio Emilia, sale a +11, dà spettacolo, trascinata da Mayo, McDuffie e un Jason Rich rigenerato (nella foto di Stfano Ponticelli), ma poi sul recupero veemente dei reggiani si spegne, prende un 10-0, smette di lottare  e si fa travolgere con uno spaventoso controbreak che chiude la gara in anticipo (102-90 il finale).

E' vero che Reggio Emilia non ha più sbagliato un tiro (e non si sa e quando ricapiterà più) ma in questo c'è anche responsabilità della difesa azzurra, che si è sciolta improvvisamente. Dovrebbe essere il marchio di fabbrica, quindi c'è qualcosa di mettere a posto. Gran peccato aver sprecato una occasione così di mettere due punti pesantissimi in cascina in chiave salvezza.

Miglior realizzatore degli azzurri è Mayo, autore di 22 punti con strepitose percentuali, ottimo McDuffie (16), bene Rich (14). Parks impalpabile e condizionato dai falli, male Marini, Uglietti. Sacripanti: “Complimenti a Reggio Emilia. Sono stati bravissimi a rientrare con il piglio giusto tirando con percentuali incredibili. Per noi non è usuale prendere cosi tanti punti. Bisogna capire dove sono i meriti di Reggio e dove iniziano i nostri demeriti. Noi siamo stati ingenui a non trovare rimedi al loro flusso continuo di canestri. Ci sono comunque lati positivi,  abbiamo giocato una discreta partita offensiva. Dobbiamo assolutamente fare esperienza. Perdere cosi fa male, nei momenti negativi dobbiamo cercare di essere più duri “

Ultimo aggiornamento: 4 Ottobre, 07:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA