La Givova Scafati incontra le istituzioni,
il sindaco: «Fiore all'occhiello della città»

Mercoledì 6 Ottobre 2021 di Stefano Prestisimone
La Givova Scafati incontra le istituzioni, il sindaco: «Fiore all'occhiello della città»

Nella sala conferenze dell’azienda Givova, la società Basket Scafati 1969 ed il main sponsor si sono incontrati con le istituzioni locali. Oltre ai padroni di casa Acanfora (proprietario) e Lodovico (amministratore delegato), erano presenti il presidente gialloblù Rossano, il patron Longobardi, il vice presidente Di Lallo, il g. m. Gustaferro, gli atleti Monaldi e Cucci, nonché, in rappresentanza delle istituzioni locali, il sindaco Salvati, il presidente del consiglio Santocchio, il vicesindaco Porpora, gli assessori Vitiello e Di Lallo ed i consiglieri Bottoni e Carotenuto.

La testimonianza di vicinanza al club è tutta nelle parole del primo cittadino scafatese Cristoforo Salvati: «La presenza di gran parte della giunta e della maggioranza di governo cittadino dimostrano l’attaccamento alla società ed ai valori della nostra città. Questa società sportiva è il fiore all’occhiello della città, per la quale ci adoperiamo al massimo, nonostante i problemi che la pandemia ha portato con sé. Lo sport è un modello di condivisione e di socialità che non può essere trascurato, per i valori che porta con sé, anche dal punto di vista dell’identificazione con la città. Siamo vicini al sodalizio e siamo onorati di essere rappresentati da questi colori, nei quali ci identifichiamo tutti».

Il patron Nello Longobardi: «Sono nello sport da 35 anni, ma è la prima volta che mi trovo al cospetto di così tanti membri dell’amministrazione comunale in una conferenza stampa. Non invidio il sindaco, perché sono consapevole che le lungaggini della burocrazia rendono complicata ogni scelta ed ogni decisione da assumere per la città, nel cui interesse, seduti a questo tavolo, ci sono tre imprenditori locali, che hanno deciso di investire sul proprio territorio e non portare risorse economiche lontano da Scafati. E’ una cosa che accade poche volte, ovunque ci invidiano per questo. Mi hanno spinto più volte ad investire lontano dalla mia città, talvolta ho tentennato, ma poi alla fine sono rimasto insieme agli amici Rossano e Acanfora ad investire a Scafati. Chiediamo solo partecipazione attiva e numerosa alle nostre partite domenicali al PalaMangano». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA